• Sei il visitatore n° 476.433.526
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 29 ottobre 2018 alle 19:35

Ponte: un’azienda che studia fondali marini eseguirà un monitoraggio sul 'San Michele'

Nelle giornate di martedì e mercoledì, finalmente, pare che incomincerà ad esserci un certo movimento sul Ponte di Paderno. Non solo. Mercoledì potrebbero anche arrivare dei dati concreti che descrivono con precisione lo stato di conservazione della struttura, dopo che nelle scorse settimane si sono alternate solamente notizie tra lo sconcertante e l'allarmistico.



Dal sito della "Codevintec Italiana SRL"

Lo hanno annunciato, senza nascondere tutto il loro entusiasmo, i promotori del Comitato San Michele, venuti nelle scorse ore a contatto direttamente con l'azienda, la Codevintec Italiana SRL, con sede a Milano. ''La Codevintec domani (martedì) monterà le apparecchiature sull'alzaia sotto il ponte'' scrivono dal comitato. ''L'idea nasce da 'Tecno In' che da diverse settimane è impegnata in un monitoraggio del ponte con strumentazione tradizionale, per conto di RFI. Mercoledì saranno presenti anche i tecnici di Rete Ferrovie Italiane per raccogliere quanto rilevato''.



Il ponte San Michele

Sembra ci sarà la possibilità di conoscere l'esito di questo monitoraggio più o meno in diretta, e il comitato non intende mancare all'appuntamento. ''Mercoledì alle 11 saremo lì'' ha commentato Marco Ardenghi, imprenditore caluschese, tra i principali sostenitori del comitato. ''Ci siamo messi in contatto direttamente con l'azienda. Ha sviluppato negli scorsi mesi, dato il problema che in Italia stanno avendo in generale i ponti, un'apparecchiatura all'avanguardia, in grado di effettuare rilevamenti su strutture come il San Michele ed elaborare un rapporto in 24 ore. Si occupa da anni di tecnologie per l'ambiente e in particolare di radar marini. Se il loro monitoraggio dovesse funzionare, ci hanno detto, l'apparecchio che hanno messo a punto sarà richiesto in tutto il mondo''. L'augurio, quindi, è che il lavoro sul Ponte San Michele possa fare da apripista per la salvaguardia di tante altre importanti strutture che, col passare degli anni, rischiano solo di essere un pericolo.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco