Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 354.058.144
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/09/2020

Merate: 29 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 25 µg/mc
Lecco: v. Sora: 23 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Scritto Giovedì 20 settembre 2018 alle 17:43

Merate: ''AutoCogliati Team'' in cima al Mont Ventoux in 10 ore

L'AutoCogliati Bike Team di Merate conquista il brevetto del Mont Ventoux, e di conseguenza anche quello simbolico di ciclisti dalle sfide impossibili. Il percorso francese, a seconda di alcune riviste specializzate del settore, è tra i più difficili al mondo ed è stato percorso dai meratesi Massimiliano Maggioni, Roberto Boselli, Roberto Panzeri, Lorenzo Cogliati, Matteo Kapa Zizza e Stefano Lago in 10 ore, 41 minuti e 50 secondi.

Da sinistra Massimiliano Maggioni, Roberto Boselli, Roberto Panzeri,
Lorenzo Cogliati, Matteo Kapa Zizza e Stefano Lago in cima al Mont Ventoux

In tutto 164 chilometri di salita, con una media di 15.39 km/h, in cui l'ostacolo maggiore non è tanto la pendenza, quanto il forte vento che tira in gran parte del percorso. Come si intuisce anche dal nome della vetta, situata in Provenza, la montagna è caratterizzata dal fatto di essere battuta da forti venti. Il Mont Ventoux ha sostanzialmente tre versanti.

I ciclisti del Team meratese li hanno percorsi tutti e tre interamente e al termine delle scalate hanno ottenuto l'ambito brevetto, rilasciato dal 1988, appunto, a tutti coloro che riescono a compiere l'impresa di completare tutte e tre le salite nell'arco di 24 ore. Una tripla scalata davvero impegnativa, visti i 4400 metri di dislivello da affrontare, che talvolta rientra anche nel tracciato del Tour de France, tranne quando gli organizzatori non sono costretti ad annullare l'arrivo in quota a causa del forte vento. Non resta, dunque, che fare i complimenti agli infaticabili campioni dell'AutoCogliati Bike Team.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco