Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 354.732.550
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 22/09/2020

Merate: 13 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 7 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Lunedì 17 settembre 2018 alle 09:36

Treni: cancellati il 6.18 e il 6.48 per Milano da Paderno. Una mamma: mettano le navette

Schermi spenti o comunque non aggiornati, treni che dovrebbero arrivare ogni mezz'ora (salvo quelli che erano già stati cancellati in partenza con il riassetto degli orari, CLICCA QUI) e che in ogni caso vengono annunciati di volta in volta dall'altoparlante della stazione. Per qualsiasi altra informazione chiedere all'addetto del ''customer care'', una figura di Trenord che sia a Paderno che a Calusco si è messa a disposizione dei pendolari, dispensando informazioni utili a tutti, cercando con toni molto gentili di fare chiarezza nel caos generale.

Ma la cordialità di questi operatori non sono stati sufficienti per non fare innervosire decine di pendolari che questa mattina, a Paderno, si sono visti cancellare il 6.48 diretto a Milano Porta Garibaldi. In un orario già di per sé delicato, visto che Trenord ha deciso di eliminare ''a monte'' le corse che partivano da Paderno alle 5.48 e alle 7.08, un imprevisto che proprio non ci voleva. A raccontare che cosa è successo è stata una mamma, Lucia, che una decina di minuti prima, dopo che nei giorni precedenti si era preventivamente informata su quale treno avrebbe fatto meglio a prendere suo figlio di 16 anni per andare a scuola a Sesto, e arrivarci in tempo, si è recata in stazione a Paderno.

''Come ho visto le sbarre alzate ho pensato che il treno fosse in attesa poco più avanti, tanto oltre Paderno non va più nessun treno - ha spiegato la mamma - E invece il treno era stato cancellato. Lo abbiamo scoperto dalla app di Trenord, che seguiamo sempre per sapere se i treni sono in ritardo. Soppresso da Paderno ad Arcore. Così siamo dovuti correre a Carnate, dove i ragazzi hanno preso il 7.10 e sono arrivati a Sesto intorno alle 7.30. Il treno però era un carro da bestiame, tutti in piedi e schiacciati''.

Paderno

Diversi pendolari sembra che abbiano seguito ''l'esempio'' di Lucia e gli studenti, insieme al figlio anche altri due compagni, diretti a Sesto. ''Io poi ho preso l'auto e sono tornata indietro, non oso immaginare chi ha dovuto parcheggiare a Carnate - ha proseguito - Mi auguro che i vigili del paese non mettano multe. Ad ogni modo, hanno messo quelle tre navette delle 7.10 che vanno a Bergamo, per gli studenti, senza prevederne una che vada verso Milano. Oltretutto, il 6.48 non è stato l'unico treno cancellato improvvisamente, ma anche il 6.18, e nessuno dei due era previsto che sarebbe stato soppresso''.

Calusco

Oltre ai 5.48, 7.08, 9.18 e 14.18, Paderno-Milano, in questa prima giornata quasi sperimentale dopo la chiusura del ponte San Michele, sono ''saltati'' anche il 6.08 e il 6.48. ''Quando vengono soppressi altri treni devono pensare a delle navette anche per chi va a Milano - ha concluso Lucia - I nostri figli non possono prendere il treno alle 7.18, fare le corse per andare a scuola e arrivarci con la lingua di fuori. Oltretutto, abbiamo fatto il mensile da Paderno a Sesto, non da Carnate. E ci sarebbe una bella differenza se dovessimo fare tutti i giorni così''.
Per i pendolari, dunque, non c'è altro modo per sapere quale treno dovranno prendere che portarsi in stazione e chiedere se il suo treno, a meno che non sia già stato abolito da Trenord, stia effettivamente arrivando. Oppure trovare un'altra soluzione.

I treni cancellati a Calusco, prima che il monitor fosse spento

La situazione è stata simile anche a Calusco, dove l'unica soppressione ''straordinaria'' è stata quella al treno delle 5.45, aggiuntasi alle cancellazioni che erano già state preventivate. I treni, in questa stazione, partono al minuto 14 o al minuto 44 di ogni ora e i treni previsti in una giornata sono in tutto 19.

Brivio

Su diverse strade e punti cruciali, come ad esempio il Platano di Verderio o l'incrocio semaforico di via Riva a Robbiate, già nella giornata di domenica 16 settembre, sono apparsi i cartelli che avvisano gli automobilisti del ponte San Michele chiuso.

Per rimanere sempre aggiornati sulle ultim'ora riguardanti la linea Bergamo-Milano, questa è la pagina dedicata sul sito di Trenord:
http://www.trenord.it/IT/servizi/direttrici/D011/bergamo---carnate---milano-.aspx
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco