Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 354.730.636
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 22/09/2020

Merate: 13 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 7 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Lunedì 17 settembre 2018 alle 09:52

Benvenuti al capezzale del ponte di Paderno d'Adda

Tante parole, tante opinioni, tante lamentele e qualche polemica. Benvenuti a tutti gli esperti e soprattutto benvenuti ai politici di turno, agli assessori di turno, benvenuti al capezzale del Ponte di Paderno d'Adda.
Poco dopo la mia elezione a Sindaco, maggio 2014, presso la Prefettura di Lecco (10 novembre) è stata decisa l'apposizione delle barriere provvisorie affinché non fosse possibile ai pedoni avvicinarsi ai parapetti laterali degradati, come evidenziato da fotografie da me presentate.
Il 17 dicembre 2015, grazie all'iniziativa degli Onorevoli Gianmario Fragomeli e Veronica Tentori, abbiamo incontrato a Roma l'Amministratore Delegato ing. Gentile il quale ha comunicato, alla ridotta platea, la messa a disposizione di 20 milioni di euro per interventi di restauro e manutenzione straordinaria della parte strutturale del ponte comunicandoci finalità, obiettivi ed un primo crono programma. Il tutto ufficializzato con lettera del 7 gennaio 2016.
Successivamente, stante le ristrettezze economiche delle Provincie, il Consigliere Regionale Raffaele Straniero ha sottoposto, in un incontro del 15 marzo 2016, al quale ho partecipato in regione Lombardia, ai nostri Consiglieri territoriali, sia di maggioranza che di minoranza, la questione ottenendo lo stanziamento di 1.600.000 € per interventi di sistemazione anche della sede stradale.
Come ormai noto il 1° agosto 2017 è stata sottoscritta la convenzione tra Regione Lombardia e RFI affinché la stessa RFI progettasse ed eseguisse i lavori di manutenzione anche alla parte superiore del ponte, in concessione alle Provincie dal momento della sua costruzione.
Sono seguite diverse riunioni anche con la Soprintendenza, sempre con la partecipazione del sottoscritto interessato soprattutto alla parte stradale, per definire il progetto lungo e articolato stante la complessità della monumentale struttura.
Come Comune abbiamo proposto (e insistiamo a farlo) di alzare le barriere esterne sino a 2 m, come peraltro previsto nel progetto della provincia di Lecco, necessari per limitare l'attuazione di gesti insani in un luogo spettacolare. Qualcuno dirà che comunque i suicidi possono essere effettuati da altre parti, ma se le attuali barriere provvisorie hanno salvato una sola vita, sono orgoglioso di aver contribuito a salvare una sola vita.
Benvenuti critici, benvenuti esponenti politici, benvenuta cabina di regia regionale, con la sensibilità e solidarietà ...... sempre in ritardo, mentre i commenti interessati sono sempre puntuali.
Ringrazio dell'ospitalità.
Renzo Rotta - Sindaco di Paderno d’Adda
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco