Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 460.197.566
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 12 agosto 2018 alle 10:21

Regione: contributi per 50mila euro per i progetti delle guide alpine

La Giunta regionale, su proposta dell'assessore allo Sport e Giovani, Martina Cambiaghi, e di concerto con l'assessore alla Montagna, Enti locali e Piccoli comuni, Massimo Sertori, ha approvato lo scorso 23 luglio i criteri e le modalita' di assegnazione dei contributi ai progetti presentati dal Collegio regionale delle guide alpine per promuovere le attivita' della montagna e delle professioni alpine.
Nel triennio 2018/2020 i singoli progetti potranno avere, in cofinanziamento, un contributo massimo di euro 50.000 euro all'anno per interventi di qualificazione, aggiornamento e specializzazione professionale.

TIPOLOGIA DI INTERVENTI - Le proposte potranno riguardare attivita' di prevenzione e formazione sia per gli appassionati sia per gli esperti di montagna su escursionismo, alpinismo, arrampicata, sci-alpinismo con particolare attenzione sulle tecniche e sui comportamenti da mettere in pratica su sentieri, sentieri attrezzati, vie ferrate oltre alle indicazioni per la sicurezza e la gestione dei rischio.
Tra i progetti da presentare a Regione Lombardia, anche quelli volti alla diffusione della cultura alpinistica e di comportamenti responsabili in una corretta interazione con l'ambiente montano, con particolare riferimento al territorio lombardo. Si aggiungono agli interventi anche il coinvolgimento della rete di ospitalita' dei rifugi e delle strutture ricettive di Lombardia e la sensibilizzazione sulle attivita' di montagna e sulle professioni alpine rivolta ad adulti, giovani e minori in eta' scolastica.

TEMPI E FASI DEL PROCEDIMENTO - Le domande dovranno essere presentate a Regione Lombardia entro 30 giorni dalla pubblicazione del presente atto sul BURL, il 25 luglio 2018, con riferimento all'anno in corso (entro il 30 aprile di ciascun anno per le successive annualita' 2019 e 2020).
Il contributo sara' erogato in due tranche: il 40% entro 30 giorni dall'approvazione del progetto e il restante 60% entro 30 giorni dalla presentazione della rendicontazione finale, da presentare entro il 31 dicembre di ciascun anno.

CAMBIAGHI: FORMAZIONE PER GLI 'AMBASCIATORI DEL TERRITORIO' - "E' importante investire concretamente nelle professioni della montagna. Il ruolo delle Guide Alpine - ha spiegato l'assessore allo Sport e Giovani, Martina Cambiaghi - e' determinante perche' sono gli ambasciatori del territorio Lombardo per il turismo, lo sport e la conoscenza delle bellezza naturali ed enogastronomiche della nostra Regione".
"Sono il vero biglietto da visita per chi sceglie le montagne della Lombardia e la loro formazione e preparazione deve essere sempre ai massimi livelli. Per questo motivo - ha concluso - abbiamo voluto mettere sul piatto un contributo importante per far crescere uno dei principali settori sportivi e professionali della Lombardia".

SERTORI: REGIONE INVESTE SUI 'PROFESSIONISTI" DELLA MONTAGNA' - "Il nostro obiettivo - ha aggiunto l'assessore alla Montagna, Enti locali e Piccoli Comuni, Massimo Sertori - e' quello di far conoscere la montagna nei suoi molteplici aspetti e investire concretamente in tutte quelle attivita' e professioni ad essa connesse. La guida alpina e' un vero e proprio 'professionista della montagna' che, avendo frequentato corsi di formazione specifici e conseguito l'esame di abilitazione, porta con se' un alto livello di esperienza e preparazione tecnica che trasmette con passione, ma soprattutto con responsabilita', alle persone che accompagna durante le escursioni alpine".
"Il loro legame profondo e consapevole con le 'alte cattedrali rocciose' - ha proseguito - rappresenta un bagaglio culturale che, con questo provvedimento, sosteniamo e riconosciamo. Anche attraverso la figura della guida alpina, promuoviamo le nostre meravigliose montagne".
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco