Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 306.037.550
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/07/2019

Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 9 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Merateonline > Associazioni > Amici di Ikonda Hospital
Scritto Mercoledì 18 luglio 2018 alle 17:57

Cernusco: l'appello di Padre Sandro per un ginecologo all'ospedale di Ikonda

Una foto della maternità

Oggi in Italia un appello simile probabilmente sarebbe letto quasi come uno scherzo. Un'assunzione a tempo indeterminato da parte di una clinica, senza passare tramite alcun concorso, ma con la presentazione della domanda e delle credenziali e un colloquio conoscitivo.
Diventa invece “emergenza” in Tanzania dove la presenza di professionisti e di personale medico con competenze specifiche scarseggia come l'acqua. Lo sanno bene a Ikonda Hospital dove il centro sanitario gestito dai missionari della Consolata rappresenta l'unico punto di riferimento per l'assistenza e la cura delle popolazioni che compiono anche centinaia di chilometri per raggiungerlo e darsi una speranza.
“Amministratore” della struttura è il meratese Padre Sandro Nava che, grazie agli amici dell'associazione che dalla Brianza lo seguono e lo sostengono, riesce a portare avanti quest'opera mastodontica e umanamente impensabile, che ogni anno fa qualcosa come 83mila visite ambulatoriali, 14mila ricoveri, 210mila test di laboratorio e 5mila vaccinazioni per i bambini.

Padre Sandro Nava

Per fare tutto ciò ci sono anche medici (ortopedici, chirurghi, anestesisti,...) che per qualche mese a volte anche anni lasciano l'Italia per raggiungere le alture della Tanzania e dare il loro contributo, aiutando a curare, operare ma anche formare personale locale che possa apprendere e così attivarsi
L'ospedale offre cure ma offre anche lavoro nelle diverse figure professionali che sono necessarie ai vari reparti. Ora l'emergenza è quella di un medico ginecologo che possa operare nel reparto Nuru Mamme con una cinquantina di letti e nel reparto maternità e prematuri dove sono decine ogni giorno i ricoveri.
Ecco l'appello:


“P. Alessandro Nava, amministratore del
Consolata Hospital di Ikonda (Tanzania),
cerca urgentemente un medico ginecologo
per assunzione a tempo indeterminato”.
Per contatti scrivere a: ikondahospital@ikondahospital.org
S.V.
Associazione correlata:
- Amici di Ikonda Hospital
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco