Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 347.811.579
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/08/2020

Merate: 8 µg/mc
Lecco: v. Amendola: < 2 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 2 µg/mc
Scritto Lunedì 25 giugno 2018 alle 15:27

Merate: si è conclusa la terza prova di maturità, ora si pensa agli orali

Possono tirare un sospiro di sollievo i ragazzi dell'Istituto Viganò e del Liceo Statale Agnesi di Merate che questa mattina hanno affrontato la terza prova dell'esame della maturità... almeno fino al giorno dell'orale, che per i primi estratti sarà settimana prossima.

I ragazzi della 5C RIM

Michela, Francesca e Alice


Molti visi sollevati accompagnati da un "ormai è andata", molti altri ancora visibilmente tesi ed intenti a ri-sfogliare i libri, alla ricerca di quell'argomento che poco prima li aveva lasciati dubbiosi davanti al foglio. "Alcune domande non si capivano benissimo" hanno commentato gli studenti della classe 5C RIM del Viganò, che si stavano confrontando fuori dai cancelli sulle risposte date in matematica, relazioni internazionali, francese ed economia aziendale prima di salutarsi con un rassegnato "vabbè... Ci vediamo all'orale". Molto più tranquille Michela, Francesca e Alice della 5E dell'indirizzo turistico che si sono dette soddisfatte così come i loro compagni Riccardo, Lorenzo, Stefano e Pietro hanno trovato la prova "abbastanza fattibile".

Anche i maturandi della 5 BS del Liceo Agnesi hanno trovato il compito non impossibile: "Molto meglio rispetto alla seconda prova. Non erano domande difficili, ma sicuramente bisognava arrivare preparati". Fra le quattro materie estratte si sono cimentati in Fisica con una domanda sulla forza di Laurence, nella Filosofia di Nietzsche ed Hegel, in Scienze sulla tettonica della placche e gli enzimi di restrizione ed in Inglese con un'analisi dei lavori di Joyce, Jane Austen e Wordsworth . "Adesso mi prendo una settimana di stacco dallo studio e poi penso all'orale" ha concluso una di loro. "Ho trovato particolare la domanda sul concetto di tempo in Joyce, ci ha fatti ragionare molto" ha commentato Nicola della 5AS, mentre con i suoi compagni si scambiava impressioni e pensieri. "Mi pare di aver capito che almeno 3/4 della classe se la sia cavata bene con queste domande, siamo tutti abbastanza soddisfatti" ha aggiunto Elena.

Giulia, Alessandro e Davide

i ragazzi della 5I grafica, ancora in attesa di affrontare la terza prova

Chiaramente quando si ha a che fare con i commissari esterni, che si trovano a dover testare le conoscenze di una classe che non hanno seguito -forse con l'intento di facilitare i ragazzi, forse con l'intento di metterli un po' in difficoltà- può capitare che i liceali si trovino a dover svolgere argomenti che li lasciano un po' con l'amaro in bocca: "le loro domande erano troppo vaghe e generiche" hanno commentato alcuni ragazzi di Scienze Applicate, che se da un lato hanno apprezzato il quesito di Storia dell'Arte, non hanno gradito la scelta di richiedere il pensiero di più autori in Inglese. Nessuna lamentela, anzi, solo qualche "pensavo peggio" il commento quasi in coro dei colleghi della 5C, che in poche parole hanno lasciato ben sperare per un buon esito dell'ultima prova scritta. In questo viavai di risate, proteste, abbracci ed occhiaie si iniziava a formare anche il gruppo di coloro che -fra uno sguardo d'invidia per i compagni già avviati verso la fine della maturità e una rilettura ai libri aperti- ancora dovranno sostenere la prova nel pomeriggio.
Federica Frigerio
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco