Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 439.027.077
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 07 maggio 2018 alle 20:20

Mandic, caso Del Boca: anche per Gedeone Baraldo fallisce il tentativo di conciliazione davanti al giudice del lavoro. Rinvio a settembre

Il dr. Gedeone Baraldo
Dopo la proposta di conciliazione formulata davanti al giudice del lavoro Giovanni Gatto e ritenuta inaccettabile dal dr. Gregorio Del Boca, è toccato al direttore sanitario Gedeone Baraldo comparire al terzo piano del Palazzo di Giustizia di Lecco. Accompagnato dal suo legale, il dirigente medico che ha fatto ricorso contro l'ASST per il provvedimento di sospensione per 15 giorni dal servizio, ha ascoltato la proposta di "transazione" da parte dell'ente per "chiudere la vicenda".

Ma anche in questo caso il tentativo previsto dalla legge non è andato a buon fine ed è stato ritenuto "inaccettabile" dall'interessato. Si tornerà dunque in aula a settembre quando la situazione di Del Boca sarà già stata affrontata (a giugno). I fatti, come si ricorderà, risalgono al mese di novembre quando il ginecologo era stato sottoposto a provvedimento disciplinare con sospensione di due mesi per avere utilizzato secondo l'accusa in maniera "smodata" le sale operatorie, e il personale preposto, specialmente nelle giornate di sabato, per sedute ordinarie e non di urgenza. Un'attività che l'Azienda aveva attenzionato punendo con un provvedimento senza precedenti sia lui che il direttore sanitario dr. Gedeone Baraldo "reo" di non avere vigilato a sufficienza. La decisione aveva scatenato un'ondata mai vista di proteste, con tanto di raccolte firme, lettere (oltre 500 solo quelle raccolte da Merateonline), interventi di politici, associazioni del territorio, semplici cittadini. La sospensione, tuttavia, era stata congelata dai vertici dell'ASST in attesa del pronunciamento del giudice del lavoro che espletato il tentativo per entrambi i ricorrenti ha rimandato la discussione a giugno e a settembre.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco