Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 439.399.296
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 07 maggio 2018 alle 20:08

Verderio: investì un bimbo e fuggì, una donna patteggia

Il 27 maggio dello scorso anno, mentre viaggiava a bordo della sua auto lungo via Roma, aveva investito intorno alle 16.30 un bambino in bicicletta; dopo l'impatto la donna, 42enne incensurata, era fuggita dal luogo dell'incidente, non fornendo le cure necessarie.
Trasportato al Mandic di Merate, il bimbo era stato preso in cura dai medici e ricoverato per 3 giorni nel reparto di pediatria, con una prognosi complessiva di 10 giorni.
L'investitrice, nel frattempo, era stata rintracciata dalla polizia locale, a qualche chilometro di distanza dal luogo dell'incidente, in territorio di Robbiate, e un'ora dopo il fatto.
Questa mattina davanti al giudice monocratico Salvatore Catalano l'imputata -assente- ha chiesto tramite il suo avvocato Mara Ratti del foro di Lecco di patteggiare la pena: alla donna vengono contestati i reati previsti dal dlg 1992 nr. 285 art 189 comma 6 e comma 7 che disciplinano il comportamento da tenere in caso di incidente.
Il giudice, preso atto del patteggiamento, ha sentenziato una condanna a 6 mesi di reclusione, pena sospesa, disponendo anche la sospensione della patente di guida per il tempo previsto dal codice.
B.F.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco