• Sei il visitatore n° 505.942.228
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 18 gennaio 2018 alle 11:19

Iperal premia 500 scuole lombarde con ''La spesa che fa bene''

Per quasi 500 scuole di sette province della Lombardia i regali arrivano a festività natalizie archiviate ma non saranno meno graditi: grazie all’iniziativa “La Spesa che fa bene - Iperal per la Scuola”, si preparano a ricevere strumenti importanti per una didattica moderna, quali videoproiettori, televisori, notebook, computer, fotocamere, tablet e stampanti. Con l’obiettivo di assicurare un sostegno concreto alle scuole, il Gruppo Iperal, l’autunno scorso, così come nel 2016, ha promosso l’iniziativa coinvolgendo tutti i suoi clienti e mettendo a disposizione oltre 250 mila euro in premi. Più di 100 gli istituti comprensivi coinvolti per un totale di quasi 500 scuole, più del doppio della precedente edizione, tra primarie e secondarie di primo grado, pubbliche e paritarie. Anche l’adesione dei clienti è stata superiore all’edizione 2016: sono stati consegnati alle scuole oltre 730 mila bollini.

Semplice il meccanismo: tutti i clienti CartAmica che hanno fatto acquisti in uno dei punti vendita Iperal tra il 26 ottobre e il 19 novembre scorsi hanno ricevuto un bollino ogni 20 euro di spesa da consegnare alle scuole partecipanti all’iniziativa. La risposta è stata più che positiva e ha coinvolto sia i genitori degli alunni iscritti che parenti e amici che hanno sostenuto il loro impegno di dotare le scuole di nuove attrezzature. La classifica dei bollini raccolti da ciascun istituto racconta soltanto in parte dell’impegno degli alunni e delle loro famiglie, dell’entusiasmo con il quale hanno partecipato all’iniziativa per raggiungere l’obiettivo che si traduce in attività e opportunità rese possibili dall’utilizzo delle nuove tecnologie.

Como e Sondrio le province sul podio con l’istituto comprensivo di Gravedona e Uniti vincitore davanti a quelli di Porlezza e di Grosio, Grosotto e Sondalo. Tra i primi ancora Sondrio, con Delebio quarto, il Garibaldi di Chiavenna sesto, il Paesi Retici di Sondrio settimo e il Bertacchi di Chiavenna ottavo, Lecco, con Calolziocorte quinto e Colico decimo, Bergamo, con Costa Volpino al nono posto e Brescia, con Darfo Boario Terme all’undicesimo posto. Tra i partecipanti figurano 16 istituti scolastici della provincia di Como, 21 di quella di Sondrio, 23 di Lecco, 25 di Bergamo, 10 di Brescia, 15 di Monza e Brianza, 2 di Varese, a rappresentare tutte le province della Lombardia nelle quali il Gruppo Iperal è presente con i suoi 37 punti vendita. Al primo istituto classificato è stato assegnato un premio di 16 mila euro, 12 mila al secondo, 8 mila al terzo, 5000 dal quarto al decimo, 3500 dall’undicesimo al trentesimo, 2500 fino al cinquantesimo e 1000 euro ai restanti, che si tramuteranno nei premi scelti da ciascun partecipante.

«La nostra più grande soddisfazione è quella di poter garantire un aiuto al sistema scolastico - sottolinea il presidente del Gruppo Iperal Antonio Tirelli -, di consentire agli insegnanti di proporre nuovi progetti e agli alunni di realizzarli per accrescere le loro conoscenze e di migliorare la loro preparazione. Il grande successo dell’iniziativa è merito della nostra clientela che, negli anni, attraverso la Spesa che fa bene, ha dato prova di grande sensibilità e di attenzione ai bisogni dei territori».

“La Spesa che fa bene - Iperal per la scuola” s’inserisce nel più articolato progetto “La Spesa che fa bene” che, a partire dal 2008, ha premiato scuole e associazioni dei territori di riferimento sostenendo progetti e finanziando attività a favore delle comunità locali. Ad affiancare il Gruppo Iperal è la Fondazione AG&B Tirelli, la onlus creata dalla famiglia Tirelli nel 2007, che opera per dare sollievo a persone in stato di bisogno, per promuovere la cultura e l’istruzione.

La classifica completa è stata pubblicata sul sito internet www.iperal.it. Le scuole che hanno aderito all’iniziativa possono richiedere da subito i premi scelti secondo le modalità previste.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco