Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 393.346.340
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 06/05/2021
Merate: 22 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: 13 µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Martedì 17 ottobre 2017 alle 19:05

Merate: venerdì 20 La semina intervista Luigi Garlando

Luigi Garlando (Giornalista e scrittore) che sarà ospite venerdì 20 alle ore 20:45 presso l'Aula Magna degli Istituti Agnesi e Viganò, in via De' Lodovichi 10 a Merate, dell'associazione La Semina.

Il titolo della serata è:

"IO E IL PAPU"
(Tratto dal libro: "Io e il Papu" di Luigi Garlando):

Luigi Garlando
"Arcadio ha undici anni e non parla da due. Da quella sera dell'attentato in cui la mamma è rimasta ferita a un braccio. Quando il Papa riceve la sua lettera, diversa dalle altre perché non ci sono parole ma solo figurine di calciatori, non ha dubbi: questo bambino sta soffrendo, e lui deve aiutarlo. Anche se è la Settimana Santa, anche se la sua agenda è piena di impegni. Sotto gli occhi increduli delle guardie e degli alti prelati, Francesco si toglie l'abito talare e si getta nella sua personale missione: liberare il bambino dall'armadio di paure in cui è rinchiuso. E la chiave la trova proprio nelle figurine dei calciatori, di cui Arcadio è appassionatissimo. Quei cognomi, Basta, Lasagna, Parolo, Totti, compongono una lingua speciale che fa decollare l'amicizia tra il bambino e Francesco, presto ribattezzato Papu come Alejandro Gómez, il centrocampista argentino dell'Atalanta."
....Dal maggiore autore italiano per ragazzi, l'amicizia tra un uomo eccezionale, ispirato al Pontefice più umano e più amato, e un bambino che per ricominciare a vivere ha bisogno di lui.
Luigi Garlando è giornalista alla "Gazzetta dello Sport". Da anni scrive libri per ragazzi. Il suo Per questo mi chiamo Giovanni (Fabbri 2004, ora Bur), sulla vita di Giovanni Falcone, è uno dei libri più letti e adottati nelle scuole italiane. L'ultimo suo romanzo, pubblicato da Rizzoli nel 2015, è L'estate che conobbi il Che. Ha scritto anche libri per adulti.

Associazione correlata:
- La Semina
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco