• Sei il visitatore n° 495.711.355
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 07 giugno 2017 alle 15:26

Omessi versamenti: a Olginate sequestro da 900.000€, a Merate confiscati 400.000€

Un conto corrente presso la filiale della BCC di Carate con saldo attivo di mille euro, un'unità immobiliare in Merate e quote di partecipazione di cinque diverse srl tra le quali anche la stessa Greppi Holding (dichiarata fallita), per un valore complessivo - per equivalente - di poco più di 900.000 euro: è questo quanto posto in sequestro preventivo dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria del Comando Provinciale di Lecco nell'ambito dell'inchiesta vertente sugli ipotizzati omessi versamenti di ritenute dovute o certificate per gli anni d'imposta 2010-2011-2012 contestati alla signora Annalisa Costa quale legale rappresentante della società con sede in Olginate, specializzata nella produzione di serramenti e cancelli metallici, "estintasi" nell'ottobre del 2013. Beni per i quali la donna, residente a Merate e già toccata da altre vicende giudiziarie sempre concernenti questioni legate al "crack" della Greppi Holding, nelle scorse settimane, ha già chiesto il dissequestro al Tribunale del Riesame di Lecco, con istanza respinta dai giudici Enrico Manzi, Nora Lisa Passoni e Maria Chiara Arrighi che hanno così reso esecutivo il provvedimento disposto dal collega Salvatore Catalano su richiesta del sostituto procuratore Paolo Del Grosso, titolare del fascicolo.

Il t.colonnello della GdF Mario Leone Piccinni, a capo del Nucleo di Polizia Tributaria del Comando Provinciale di Lecco


L'Imposta su valore aggiunto ha invece inguaiato un altro imprenditore in attività nel meratese: l'uomo nel 2015 è stato condannato a 10 mesi di reclusione (pena sospesa) per l'omesso versamento di Iva per 378.000 euro in relazione all'anno 2012. Con il passaggio in giudicato della sentenza, nelle score settimane, il Procuratore Capo Antonio Angelo Chiappani ha firmato l'ordine di confisca per equivalente. Gli uomini del t.colonnello Mario Leone Piccinni hanno così "messi i sigilli" a 11 immobili, alcuni dei quali già gravati da ipoteche, tra Merate e Bulciago. Sequestrati, poi, per concorrere alla cifra, anche quote societarie e denaro per 27.000 euro, tra contante e somme depositate sul conto corrente dell'impresario.
Nella provincia lecchese continua dunque l'attività di contrasto all'elusione fiscale eseguita dalla Guardia di Finanza con un sempre più diffuso, sistematico ed incisivo ricorso agli strumenti normativi vigenti in tema di aggressione patrimoniale, in particolare al sequestro per equivalente e alla successiva confisca dei beni nella disponibilità dei responsabili dei più gravi reati fiscali.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco