• Sei il visitatore n° 516.744.742
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 22 maggio 2017 alle 17:25

Cernusco: affetta da ludopatia, truffò un uomo per giocare. Non doversi procedere

Non doversi procedere per la particolare tenuità del fatto. Questa la sentenza pronunciata dal giudice monocratico Enrico Manzi nella mattinata di oggi, lunedì 22 maggio, nei confronti di una donna accusata di truffa. La signora, che all'epoca dei fatti (era il 2014) aveva una settantina di anni, aveva chiesto del denaro ad un uomo di passaggio presso il posteggio del Centro Ellisse di Cernusco Lombardone, affermando di non avere con sé soldi sufficienti per pagare il ticket necessario per un'ecografia.
In realtà la somma consegnata dal signore sarebbe stata destinata a ben altro scopo ed è stato lui stesso ad accorgersene. Dopo averle consegnato 50 €, l'ha seguita e fermata mentre stava entrando nella vicina sala slot. Messa alle strette, la donna - residente fuori Provincia - ha ammesso di avergli mentito e lo stesso, forse impietosito dall'intera situazione, le ha poi lasciato una somma di 20 €. L'imputata, come è stato sottolineato oggi in aula dall'avvocato difensore Massimiliano Nessi, risultava affetta da ludopatia e dal 2011 era seguita presso il cps, con un amministratore di sostegno chiamato a "controllare" la gestione del proprio patrimonio.
Una vera e propria piaga anche nel territorio lecchese, dove sono attivi specifici percorsi di riabilitazione per coloro che accettano di avere un problema (spesso è proprio questo lo "scoglio" più difficile da superare) e di essere aiutati.
Il giudice, in virtù della somma minima in questione, ha decretato il non doversi procedere per la donna.

R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco