• Sei il visitatore n° 495.304.460
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 03 maggio 2017 alle 12:54

Paderno-Robbiate: per due furti su auto e uno in discarica un 42enne finisce a processo

Il Tribunale di Lecco
A dicembre 2016 aveva patteggiato 4 mesi di reclusione e una sanzione di 120 € per aver sottratto, nel luglio di due anni prima, un computer ad una paziente ricoverata presso l'ospedale Mandic di Merate. Nella mattinata di ieri Massimo Cosco, classe 1975, è stato rinviato a giudizio dal Gup. Massimo Mercaldo per altri tre episodi di furto verificatisi nel corso del 2015 tra Robbiate (il paese dove egli risiede) e Paderno d'Adda, con una delle tre "azioni" ricondotte all'uomo avvenuta mentre lo stesso era sottoposto a misura preventiva, ragione per la quale il fascicolo è transito dall'udienza preliminare.
La prima è datata gennaio: presso un'officina meccanica robbiatese un'autoradio è stata asportata da una vettura. A marzo di due anni fa è stata forzata un'automobile che si trovava posteggiata in un parcheggio condominiale a Paderno d'Adda. Dal veicolo sono stati portati via alcuni oggetti tra cui alcuni cd e un paio di occhiali da sole. Il "bottino" più ricco riguarda il terzo furto di cui Cosco è accusato: ha avuto luogo il 21 ottobre 2015 all'isola ecologica di Paderno d'Adda. In base all'impianto accusatorio sostenuto in aula dal sostituto procuratore Nicola Preteroti, l'imputato avrebbe sottratto alcuni monitor, un pc, uno zaino, delle pentole e altri oggetti di diversa natura introducendosi abusivamente in "discarica". Fermato lo stesso giorno nei pressi della sua abitazione, era stato trovato in possesso di un coltello da cucina con una lama da 17 centimetri.
Massimo Cosco comparirà di fronte al giudice monocratico del Tribunale di Lecco il prossimo 5 luglio per l'avvio del processo.
R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco