Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 419.958.584
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 14 marzo 2017 alle 08:32

GDF BRESCIA - CONTESTATI A UN CINESE 15MILA SCONTRINI IRREGOLARI

15.000 scontrini irregolari , frode al fisco pe r oltre 500.000 euro. Questi sono gli esiti dei controlli e della verifica fiscale conclusa a marzo dai Finanzieri di Edolo . Il primo controll o a gennaio . Lo scontrino emesso per l’acquisito di “fiori finti” in un negozio cinese che vendeva “oggettistica varia e casalinghi”, forni va chiari elementi di sospetto. Infatti, l a persona controllata nelle immediate vicinanze dell’esercizio commerciale , presentava ai militari uno scontrino fiscale riportante l’indicazione “abbuono” con un importo notevolmente in feriore rispetto a quanto effettivamente corrisposto dal cliente. Per vederci chiaro, la Finanza proseguiva con i controlli anche nei confronti di altri clienti che uscivano d a l negozio gestito da un cittadino cinese di 44 anni, riscontra ndo nuovamen te le medesime violazioni sui documenti fiscali rilasciati ai clienti . La verifica fiscale svolta e riguardante anche altri aspetti gestion ali e di contabilità , smascherava il modus operandi adottato dal cinese per evadere il Fisco. C on sconcertante sorp resa i militari si trovavano di fronte sia al l’ em i ssi one di migliaia di scontrini riporta nti tutti la dicitura “ abbuono ” e/ o “ transazione annullata ” sia al la presentazione, da parte del commerciante cinese, di irregolari dichiarazioni fiscali. Dal 2015 al 2017, su un totale di 80.000 scontrini emessi oltre il 20% r isulta vano irregolari, consentendo al verificato di intascare “in nero” oltre 20.000 euro al mese. In conclusione, è stato accertato che , in soli due anni di attività, l’imprenditore ha sottratt o a tassazione oltre 500.000 euro.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco