Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 419.955.983
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 13 marzo 2017 alle 08:22

GDF BRESCIA - ARRESTO DI DUE ALBANESI E SEQUESTRO DI BENI

Lo scorso 22 febbraio , g li uomini del G.I.C.O./Sezione G.O.A. del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Brescia , con il supporto del Gruppo della Guardia di Finanza di Viareggio, dopo aver arrestat o , in Pietrasanta (LU) e Sarzana (SP) , due albanesi per detenzione di oltre 5,5 chilogrammi di cocaina , hanno sequestrato beni per un valore complessivo di oltre 140.000 e uro. Già dal novembre dello scorso anno, i finanzieri di Brescia avevano acquisito elementi investigativi su importazioni di droga dirett e in Provincia di Lucca. Le successive indagini hanno condotto all’arresto in flagranza , n el C omune di Pietrasanta (LU), d el cittadino albanese B.P. con oltre 5,5 chilogrammi di cocaina . Medesima sorte , per i l connazionale Z.E., “finanziato re” dell’importazione, che, vist o l’arresto del complice , si era dato immediatamente alla fuga , ma veniva bloccato e arrestato dalle fiamme gialle quando era ormai giunto nei pressi del Comune di Sarzana (SP) . Gli ulteriori accertamenti riguardanti quest’ultimo, eviden ziavano l’evidente sproporzione tra la “bella vita” condotta dall’albanese e i reddi ti dichiarati nel tempo. Non tardavano, pertanto, i sequestri. I finanzieri procedevano a bloccar e, infatti, tutto il p atrimonio nella disponibilità del “fuggitivo” Z.E. , consistente in beni personali, familiari , quote societarie , conti correnti , depositi titoli , oltre 10.000 euro in contanti, 7 autoveicoli, 1 motoveicolo per un valore complessivo di oltre 140 .000 euro . L’attività della Guardia di Finanza, sotto la direzione e il coordinamento delle Procur e della Repubblica di Brescia e Lucca , ha permesso quindi di individuare uno specifico canale di approvvigionamento di sostanze stupefacenti e di aggredire contestualmente le ricchezze accumulate illecitamente dai trafficanti .
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco