Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.106.425
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/08/2020

Merate: 8 µg/mc
Lecco: v. Amendola: < 2 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 2 µg/mc
Scritto Domenica 12 marzo 2017 alle 14:05

Meratesi nel pallone/2: il Milan club Adda, dalla sede storica di Merate ora a Robbiate. Diavoli rossoneri incollati alla TV


Il presidente Giorgio Giorgi lo definisce un club televisivo, perché gran parte delle volte in cui il Milan scende in campo loro sono là, affacciati sul maxi schermo a sostenere la squadra del cuore, sia che vinca, pareggi o perda. Questo fatto si traduce in un sentimento di puro amore dedicato alla causa rossonera. Infatti, i 50 soci del Milan Club Adda che ha sede a Robbiate, insieme soffrono e gioiscono e anche se negli ultimi anni non siano stati troppi i momenti di gloria vissuti (se paragonati ai risultati storici del Milan, che è una delle squadre più titolate del mondo), hanno promesso che non si stancheranno mai di tifare i colori rosso neri. Ecco, dunque, il primo club di diavoli rossoneri che ospitiamo nel nostro dossier dedicato a coloro che vivono il gioco del pallone dal punto di vista della passione, i tifosi.

Il direttivo: il presidente Giorgio Giorgi, la vicepresidentessa e segretaria Donata Zanier,
la storica fondatrice Liliana Gianese e il consigliere Fulvio Beretta



La fondazione e il "trasloco" da Merate a Robbiate
Ormai sono trascorsi due anni da quando l'ex Milan Club di Merate ha dovuto fare i bagagli dalla sede al bar Manzoni di piazza Prinetti, chiuso dopo molti anni di attività. Da un bar all'altro, quello del centro sportivo comunale di Robbiate, in via delle Brigole, senza però perdere per strada nemmeno un briciolo dell'attaccamento alla maglia, trovando altresì un nuovo luogo accogliente dove poter vivere il proprio credo.

"Da quando siamo arrivati qui, a Robbiate, abbiamo ribattezzato il nostro club 'Milan Club Adda' - ha raccontato il presidentissimo Giorgio Giorgi, il primo e, al momento, unico presidente della storia del club - Questo perché abbiamo ancora tanti iscritti di Merate, e tanti altri che vengono dalle zone limitrofe. In questa sede, abbiamo trovato dei gestori molto disponibili, abbiamo una convenzione con loro, ci danno la possibilità di guardare le partite del Milan con il loro televisore e noi, in cambio, portiamo gran parte dei nostri associati".

VIDEO


Durante l'ultimo Milan-Sassuolo, ad esempio, partita che si è giocata a fine febbraio, per quanto non fosse un vero e proprio "big match", il salone destinato ai milanisti del Club Adda era praticamente pieno. Due anni nella nuova sede non fanno dimenticare, però, i primi tempi della fondazione, avvenuta 8 anni fa.

I fondatori, l'attuale direttivo e le attività
Il presidente del Milan Club Adda, Giorgio Giorgi, di Merate, è al comando, come già accennato, dal primo giorno in cui il sodalizio è stato costituito. "Continuano a votarmi", ha commentato Giorgi con una battuta. Il segretario è anche il vicepresidente, ma sarebbe più corretto utilizzare il sostantivo femminile, dal momento che entrambe le cariche sono coperte da Donata Zanier, anch'ella una delle storiche fondatrici.

Chi non nasconde di avere una passione viscerale per il Milan, che conta i suoi stessi anni (rimasti segreti), età che comunque non le preclude il fatto di essere lo stesso una signora spiritosa e pimpante, è la meratese Liliana Gianese, altra storica fondatrice. Tra i consiglieri del Milan Club Adda ci sono poi tutta una serie di altri milanisti doc: Umberto Busato, Massimo Martini, Augusto Mariotti, Fulvio Beretta e Lorenzo Suardi. "Ogni tanto, oltre alle partite, ci ritroviamo per le assemblee dei soci - ha raccontato Giorgi - In queste occasioni discutiamo delle attività del nostro club, approvare il bilancio, oppure rinnoviamo le cariche sociali e quant'altro". L'attività principale rimane quella di assistere ad ogni match come se fosse... l'ultimo. "Non abbiamo molti soci che hanno l'abbonamento stadio - ha aggiunto il presidente - Per noi, tuttavia, poter guardare le partite insieme è molto importante, il nostro è un club praticamente televisivo. Un vantaggio che diamo ai nostri iscritti è rivolto ai soci junior, i bambini, che sono numerosi. Diamo loro la possibilità di accedere gratuitamente ad alcune iniziative che si svolgono allo stadio".

 

TRIANGOLARE: i bambini di alcuni club calcistici (con la casacca rossonera quelli del
Milan Club Adda di Robbiate) all'ultimo triangolare estivo disputato

L'iscrizione al club costa appena 10 euro all'anno, ed oltre a vedere le partite nel bar del centro sportivo di Robbiate, ai soci vengono spesso garantiti parecchi gadget gratuiti forniti dal Milan. Per i bambini iscritti, inoltre, da anni il Milan Club Adda organizza un triangolare, insieme ai club di altre squadre di calcio, dando vita ad eventi dove confluiscono spesso molte persone.


Quest'anno, ha spiegato il presidente Giorgi, l'intenzione è quella di organizzare il triangolare a Merate. Ogni volta il Club si ritrova nella sua sede, poi, è come fosse sempre festa. I soci, prima delle partite, pranzano o cenano assieme, a seconda dell'orario in cui è fissata la partita, creando dei momenti di aggregazione impagabili.
Articoli correlati:
05.03.2017 - Meratesi nel pallone/1: viaggio tra i club calcistici locali. A Imbersago i nerazzurri del presidentissimo Angelo Moratti
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco