Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 375.061.365
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 21/01/2021
Merate: 67 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 54 µg/mc
Lecco: v. Sora: 56 µg/mc
Valmadrera: 89 µg/mc
Scritto Mercoledì 21 dicembre 2016 alle 11:02

Brivio: 14 premi al merito scolastico, dal 2017 le borse di studio assegnate indipendentemente dal reddito

Print Friendly and PDF Bookmark and Share
La sala consigliare del municipio di Brivio è tornata a riempirsi, lunedì sera, per la tradizionale cerimonia di consegna delle borse di studio assegnate agli studenti meritevoli.
17, come spiegato dall'assessore delegato all'Istruzione, le domande pervenute delle quali 14 quelle accolte, una ritirata e due "rigettate". Tra quest'ultime, una non arrecava la necessaria documentazione completa mentre la seconda non rispettava il requisito reddituale, criterio - ha annunciato Tamara Mandelli - che dal prossimo anno verrà espunto dall'apposito regolamento. "Abbiamo fatto una riflessione su questo istituto" ha spiegato, infatti, l'assessore, "si chiama "merito scolastico". Non riteniamo sia corretto che tra i requisiti di partecipazione ci sia quello legato al reddito" ha aggiunto, ricordando come a sostegno delle famiglie con difficoltà economica ci siano altre iniziative mentre le borse di studio vogliono essere un riconoscimento all'impegno profuso e ai risultati raggiunti dagli alunni, indipendentemente dalle condizioni del nucleo di appartenenza. "Se un bambino è bravo, è bravo..." ha concluso l'avvocato, riferendo così di una novità - per il 2017 - ben accolta anche dal gruppo di minoranza. "Anche noi abbiamo sempre chiesto all'ex maggioranza di togliere l'Isee quale requisito" ha sostenuto infatti Marco Scaccabarozzi, capogruppo di Ascoltare per Fare e già parte - sempre all'opposizione - della precedente amministrazione.

I premiati con il sindaco, l'assessore Mandelli e la vicepreside

Gli assegni, dal valore di 500 euro l'uno, sono stati assegnati a Airoldi Alice, Grisolia Nicolò, Panzeri Elisa, Bernini Alessia, Prandi Lisa, Dozio Matteo, Biffi Elena Angela, Chiodo Marta, Zinelli Manuela, Luverà Justine, Mele Giacomo, Volta Davide, Salvi Denise e Bernini Elisa.
I premiati, sono stati indicati quale "eccellenze" dalla vicepreside dell'Istituto comprensivo di Brivio Chiara Ferrario ricordando come sia "bello vedere che alcuni di questi ragazzi erano già qui anche l'anno scorso e continuano dunque a ottenere ottimi risultati. Spero di incontrarli anche nelle nostre istituzioni e nella comunità più ampia di cui fanno parte".
"Siete il nostro futuro" ha detto loro il sindaco Federico Airoldi, al termine di un articolato discorso che riportiamo integralmente a seguire. Non è dunque mancato, per tutti i giovani talenti briviesi, un caldo applauso da parte dei presenti alla più partecipata di tutte le sedute consigliari dell'anno.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Voglio iniziare questa seduta del Consiglio Comunale rivolgendo un saluto a tutti i presenti:  Cittadini, Studenti, Genitori. Agli Studenti premiati  cioè ai veri protagonisti di questa serata, che come da tradizione è dedicata alla consegna delle borse di studio, porgo le più vive congratulazioni. Questa è un'occasione molto importante. Non solo per gli studenti premiati, il cui impegno e i cui risultati vengono riconosciuti. Ma anche per la scuola, che ha contribuito a formare queste eccellenze.
La cerimonia di consegna delle borse di studio è la dimostrazione di quanto è importante per la nostra amministrazione valorizzare il merito degli studenti e le loro potenzialità.
La vita di una persona non è mai frutto del caso,  ma è il risultato di una fatica e di un preciso percorso che coinvolge genitori, insegnanti, educatori, membri con diversi ruoli della comunità in cui viviamo.
Tutti questi attori, me compreso, hanno il dovere di adoperarsi affinché l'istruzione venga concepita come una difesa dallo sfruttamento, uno stimolo fondamentale per l'economia ed il lavoro, un incentivo alla pratica della legalità e del rispetto verso l'altro, e soprattutto come una vera e propria palestra di vita.
Ora che vi apprestate, e quasi sicuramente alcuni di voi lo hanno già fatto, ad affacciarvi al mondo dell'Università, tenete presente che sarete chiamati a specializzarvi in un ambito che costituirà una parte preziosa per la vostra vita, sia in termini economici, sia in termini culturali.
Ciò che acquisirete a livello teorico sarete chiamati a dimostrarlo a livello pratico e connoterà la vostra persona di abilità e competenze che vi renderanno orgogliosi del contributo che potete dare a voi stessi e alla società in cui vivete.
Mi auguro che il rapporto tra mondo della scuola e le altre istituzioni possa migliorare.
In Italia, sotto questo punto di vista, abbiamo perso qualche metro rispetto al passato; le profonde modificazioni nella natura e nel contenuto del lavoro sollevano questioni rilevanti per il sistema dell'istruzione e della formazione che non hanno ancora avuto risposte soddisfacenti.
Ecco perché noi, gestori della cosa pubblica, abbiamo il dovere di dialogare e confrontarci su questi nuovi cambiamenti epocali, per poter dare risposte nuove ad una società in evoluzione.
Per concludere mi rivolgo ancora a voi, cari studenti.
Siete il nostro futuro. Il premio che ricevete è un attestato di stima nei vostri confronti, e vuole essere anche un invito a continuare il vostro percorso con lo stesso entusiasmo, impegno e determinazione che avete finora dimostrato.
A tutti rivolgo i miei più calorosi auguri di un sereno Natale e di un buon inizio d'anno.
Il sindaco
Ing. Federico Airoldi

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco