• Sei il visitatore n° 476.275.475
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 12 novembre 2016 alle 13:44

GDF VARESE: IN MANETTE DUE SPACCIATORI AFRICANI PER SPACCIO

Prosegue incessantemente la vigilanza ed il controllo economico del territorio svolt i sui Comuni a ridosso del confine , a contrasto dei traffici illecit i in genere , da parte dei militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Gaggiolo . N ell 'ambito di un ’ operazione finalizzata a l contrasto del traffico di sostanze stupefacenti perpetrato da soggetti di nazionalità marocchina , all ’ interno delle zone bo schive a cavallo tra la Provincia di Como e quella di Varese , le Fiamme Gialle di Gaggiolo, hanno assicurato alla giustizia altri due componenti di un sodalizio criminale , in parte già decimato da precedenti arresti eseguiti nei mesi scorsi. In tale conte sto , è proseguita l ’ Operazione “ CARLO ’ S WOOD ” : dopo aver arrestato , nei giorni scorsi, il “ capo ” della banda di spacciatori , da cui prendeva il nome l ’ operazione di servizio , l'azione dei finanzieri si è concentrata sugli altri spacciatori che operavano in quella zona , i quali, dopo l'arresto di Carlos , proseguivano, in autonomia , l'attività illecita. I finanzieri, attraverso numerosi servizi di pedinamento ed osservazione , effettuati facendo ricorso a tecniche investigative , attraverso la raccolta delle t estimonianze dei potenziali clienti, nonché a seguito dei numerosi sequestri di sostanza stupefacente eseguiti nel tempo, hanno ri costruito il quadro probatorio di accusa a carico del braccio destro di Carlos, A.A. , detto “ Ciccio ”, cittadino marocchino di 30 anni , già arrestato due anni f a dagli stessi finanzieri . Una volta raccolte le prove , l ’ Autorità Giudiziaria di V arese , ha emesso un provvedimento restrittivo in carcere per l ’ipotesi di reato di cui all’ art. 73 del D.P.R. 309/90 (spaccio di sostanze s tupefacenti) . Il soggetto, infatti, dopo essere stato detenuto per circa 1 anno e mezzo nel Carcere di Varese, a seguito dell’arresto in flagranza , operato dai finanzieri di Gaggiolo, aveva proseguito l’attività di spaccio nelle stesse zone boschive, ove v antava ancora un’ampia clientela . Una volta emessa l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, sono scattate le attività finalizzate alla sua esecuzione. I finanzieri hanno così rintracciato il ricercato, che nel frattempo spacciava nei boschi di Cagno (CO), mettendo a punto l’operazione per la cattura. N on appena uscito dal bosco, " Ciccio ", insieme ad un suo complice connazionale , è salito su un furgone con i vetri oscurati, condotto da un cliente che, in cambio del passaggio, avrebbe ottenuto una dos e di cocaina. I finanzieri, dopo aver messo in sicurezza la zona, hanno quindi fermato il mezzo , sbarrandogli la strada e traendo in arresto “ Ciccio ” . “ Ciccio ” ed il suo complice , A.E. di nazionalità marocchina , 30 anni , venivano trovati in possesso di a lcuni grammi di sostanze stupefacenti di tipo Cocaina , Eroina e Hashish , che venivano sottoposti a sequestro . Il complice veniva denunciato a pied e libero per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre “ Ciccio ”, dopo esser gli stata notificata l’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’Autorità Giudiziaria, veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Varese .
A seguito delle investigazioni effettuate, i militari hanno accertato dove era dirett o i l furgone fermat o , ovvero l'abitazione ove dimorava " Ciccio " e d i suoi complici, tra i quali uno , detto lo " Z io ", già oggetto di indagini effettuate dai finanzieri di Gaggiolo . Nell’immediatezza delle attività , una pattuglia si è recata presso l'abitazione individuata, sit a in Cairate (VA), per eseguirv i una perquisizione domiciliare finalizzata ad identificare il terzo complice e ricercare sostanza stupefacente ivi detenuta . Giunti sul posto, i finanzieri , mentre accedevano all ’ interno dell ’ appartamento, notavano un sogget to straniero che gettava dalla finestra alcuni oggetti, poi raccolti dai militari: si trattava di circa 5 cartucce di fucile di caccia CALIBRO 24 e d un bilancino di precisione . I finanzieri, dopo essere riusciti ad entrare nell ’ abitazione, rinvenivano 80 g rammi di eroina, 15 di cocaina, diversi grammi di hashish e Marijuana , occultati in diverse parti della casa , come, nella cappa della cucina , nel frigorifero e d in bagno , all'interno del quale è stato trovato un fornelletto con dei pentolini per scaldare l 'eroina . In casa , i finanzieri hanno trovato lo " Zio ", risultato essere F.Z . , cittadino siriano di 40 anni , con diversi precedenti di polizia e d irregolare sul territorio italiano , privo di documenti . Inoltre, insospettiti dalle diverse ricevute di versame nto di denaro contante rinvenute nell'appartamento, i finanzieri hanno effettuato una scrupolosa ricerca, a seguito della stessa, rinvenivano 1000 euro , divisi in diversi tagli, ben occultati nelle vaschette del detersivo della lavatrice. Il denaro e la sostanza stupefacente rinvenut a , le cartucce illegalmente detenute, il bilancino di precisione, oltre a diversi telefoni cellulari utilizzati per i contatti con i clienti , venivano sottoposti a sequestro ed il soggetto condotto in caserma per essere sottop osto a i rilievi fotodattiloscopici . Sentito il PM di turno presso la Procura della Repubblica di B usto A rsizio, i finanzieri traevano in arresto anche lo “ Zio ” nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente , denunciand olo altresì per il reato di detenzione abusiva di armi e munizioni . L ’ arrestato, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Busto Arsizio . P rosegue senza tregua l ’ azione della Guardia di Finanza nella lotta a qualsiasi forma di attività illecita nonché a garanzia della sicurezza dei cittadini.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco