Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 358.263.978
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 18/10/2020

Merate: 36 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 31 µg/mc
Lecco: v. Sora: 23 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Scritto Sabato 01 ottobre 2016 alle 17:17

Cernusco: ''Controllo del vicinato'' una rete tra cittadini per occuparsi della cosa pubblica

Controllo del territorio. Da quanto emerso nella serata di venerdì presso la scuola elementare "Gianni Rodari" di Cernusco Lombardone, non è una pratica per "casalinghe disperate", tutt'altro: è una rete nazionale di cittadini responsabili che manifestano il diritto/dovere di occuparsi della cosa pubblica.

A presenziare la serata c'erano gente comune, amministratori e rappresentanti delle forze dell'ordine, segno di un riconoscimento trasversale all'associazione "Controllo del Vicinato" incarnata dal suo presidente Gianfrancesco Caccia che ha presentato il progetto ormai attivo in molti Comuni d'Italia.

Gianfrancesco Caccia


Secondo un rapporto ISTAT del 2015 i furti in abitazione nell'arco dell'ultimo decennio sono più che raddoppiati nel nostro Paese pur essendo aumentata la percezione di sicurezza. In effetti, proprio da un caso specifico di furto presso la villetta del dott. Caccia è nato il prototipo di quella che nel 2013 sarebbe diventata ufficialmente un'associazione. L'obiettivo è quello di promuovere pratiche volte a «rendere difficile la vita ai ladri», per usare il motto del progetto.

Il capitano dei carabinieri di Merate Roberto De Paoli ha infatti evidenziato che i delinquenti cercano di fare il minor sforzo possibile per economizzare sul fattore tempo, che non dura oltre i cinque minuti. In alcuni casi basta cambiare alcune piccole abitudini: non dimenticare le chiavi nella serratura, lasciare illuminati i propri giardini nelle fasce orarie notturne, non nascondere gli averi più preziosi nei classici luoghi domestici dove i ladri sanno di andare a colpo sicuro. A volte anche solo il ricordare agli anziani di non aprire la porta a sedicenti tecnici può fungere da deterrente per evitare una truffa. Ai tempi del digitale, sono stati creati persino dei gruppi di chat per segnalazioni e consigli. È evidente che problematiche relative a procurato allarmismo e allo sfogo xenofobo e razzista sono dietro l'angolo. Ad arginare questo rischio e a stigmatizzare determinati fenomeni, si spera, dovrebbero servire i referenti di zona che coordinano la discussione.

Il comandante di Compagnia Roberto De Paoli, il luogotenente Maurizio Di Blasi, il comandante della PL di Cernusco Valter Savarin


Sul nostro territorio è già attivo un comitato di cittadini a Osnago, mentre su questo versante si sta muovendo anche "Cernusco Sicura", iniziativa spiegata venerdì sera dal consigliere comunale Gerardo Rosario Biella. Esiste un gruppo di "Controllo del Vicinato" anche a Usmate, testimoniato da Paolo Colombo e Fabio Comi.

Gerardo Biella


Paolo Colombo e Fabio Comi


È infine utile ricordare ciò che ha voluto auspicare il luogotenente della Guardia di Finanza di Cernusco Lombardone Maurizio Di Blasi: «Il controllo del territorio non significa solo sicurezza, ma anche equità sociale. Perciò anche i falsi invalidi andrebbero segnalati, perché chi percepisce un'indennità immeritatamente fa pagare più tasse agli altri cittadini».
Marco Pessina
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco