• Sei il visitatore n° 505.425.944
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 02 febbraio 2011 alle 19:07

Merate: a gennaio boom di accessi di pediatria per l’influenza (+28%). Posti letto al completo. Importante il servizio di continuità assistenziale

Ce la stanno mettendo davvero tutta, non sottraendosi a turnazioni lunghe ed estenuanti, limitando al massimo le assenze e i riposi, consentendo il funzionamento del reparto a pieno regime ma una situazione così, ed è il primario stesso dr. Alberto Bettinelli ad ammetterlo, non l'avevano mai vista. Complice l'influenza che, ogni anno, mette a letto migliaia di italiani, i bambini sono come sempre i più colpiti e a rischio e le richieste di intervento urgente, con accesso tramite pronto soccorso, specialmente nel fine settimana hanno toccato picchi impressionanti.


Rispetto al gennaio dello scorso anno, il reparto ha registrato un +28%. E tenendo conto che organico e personale sono rimasti gli stessi, bene si possono immaginare gli sforzi impiegati per assicurare l'alto livello di prestazioni di cui il reparto va fiero.

Il reparto di pediatria

Il mese di gennaio appena concluso ha visto 649 richieste di consulenze urgenti pediatriche per minori che sono giunti al pronto soccorso accusando malesseri e sintomi tipici dell'influenza. A questi servizi prestati dai medici di turno in pediatria vanno aggiunti quelli di continuità assistenziale, 62, per un totale di 711 nel solo mese di gennaio contro i 552 del 2010.
Particolarmente critici sono risultati gli ultimi giorni di gennaio, con punte mai raggiunte. Il 29 le consulenze urgenti sono state 36, il 30 gennaio addirittura 48 di cui molte visite notturne. Tenendo conto che la media annuale è di 20, con giornate straordinarie fino a 30, bene si comprende come questi numeri indichino davvero un'eccezionalità dell'evento.
Il primario dr. Alberto Bettinelli
Tanto per dare un'idea si pensi che questa notte sono stati rifiutati alcuni piccoli pazienti da Monza per mancanza di posti letto e che una ragazza di 17 anni è stata ricoverata in medicina per saturazione del reparto di pediatria.
I ricoveri riguardano comunque per lo più bimbi in tenera età e lattanti, con tanti casi di polmoniti e bronchiti e una degenza media in ospedale che varia dai 3 ai 6 giorni a seconda della gravità e della patologia.
"I mesi di gennaio e febbraio sono generalmente quelli dove registriamo i picchi degli accessi" ha spiegato il dr. Bettinelli "anche se i numeri di questi giorni sono davvero eccezionali. Da marzo poi l'influenza, malanno di stagione, cala ma subentrano le enteriti. Il servizio di continuità assistenziale rappresenta un rinforzo al medico di guardia molto importante e la presenza in un lasso di tempo tutto sommato importante per tre giorni nel fine settimana, ci permette di smaltire l'afflusso di pazienti".
L'organico di pediatria è composto da 7 persone a tempo pieno e 2 part time.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco