Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 359.786.860
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 27/10/2020

Merate: 12 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 7 µg/mc
Lecco: v. Sora: N.D. µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Martedì 26 luglio 2016 alle 08:56

Lombardia, immigrazione. Bordonali: qui 18mila richiedenti asilo. Clandestini il 60%

"I richiedenti asilo ospitati in Lombardia sono ormai 17.818 e superano per numero la popolazione di comuni di media dimensioni come Melegnano, Erba o Darfo Boario Terme. Le tabelle ufficiali del Ministero - dicono che i rigetti delle domandi di protezione internazionale sono saliti al 60 per cento". Lo ha detto l'assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali che ha pubblicato su Facebook i dati sull'immigrazione forniti dal Viminale.
IN LOMBARDIA COSTANO 19 MILIONI AL MESE - "I numeri relativi all'immigrazione sono mostruosi - ha continuato Bordonali - e fotografano una sconvolgente incapacita' del Governo italiano di gestire il problema. Mantenere i richiedenti asilo presenti in Lombardia costa 623.000 euro al giorno, quindi oltre 19 milioni di euro al mese. Soldi che dovrebbero servire ad aiutare i disoccupati e i cassaintegrati lombardi, non a mantenere per due anni chi sbarca". "In Italia nel 2016 sono stati riconosciuti dalle commissioni ben 27.522 clandestini. Sarebbe interessante - ha concluso Bordonali - sapere quanti di questi sono stati rimpatriati, ma temo che la risposta sia zero. Il Governo intervenga e proceda al rimpatrio di tutti coloro che non hanno diritto a rimanere. Questa invasione di clandestini, unita alle paure generate dal terrorismo islamico, puo' portare a conflitti sociali terribili".
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco