• Sei il visitatore n° 505.282.680
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 24 gennaio 2011 alle 18:24

Conferenza  Provinciale Donne PD

La squallida vicenda delle feste a casa del Premier, l “uso” di ragazze per il divertimento personale di uomini che possono permettersi tutto perché hanno potere e soldi, ci fa ricordare che nel 2011, in un Paese con una storia di democrazia , che possiede una Costituzione che garantisce la dignità e i diritti di ogni persona, in cui ci sono leggi che sanciscono la parità di genere e la tutelano, esiste ancora la cultura della donna sottomessa e al servizio dell'uomo. L'immagine di queste ragazze che per denaro o favori si vendono a personaggi squallidi, non è fortunatamente la fotografia delle donne italiane che sono ben diverse : impegnate nella vita sociale, lavorativa, politica, attente ai bisogni del proprio nucleo familiare ma anche della comunità in cui vivono, capaci di gestire con coraggio e determinazione situazioni difficili di disagio . Purtroppo la concezione della donna come oggetto o come angelo del focolare che ha chi ci governa attualmente è strettamente legata a scelte politiche che condizionano la vita di tutti i giorni: dai contratti di lavoro che ostacolano la conciliazione famiglia/lavoro, ai tagli ai servizi che accollano sempre di più il carico della cura sulla famiglia e quindi sulla donna, ai tagli all'istruzione con diminuzione dell'offerta formativa, alla reale applicazione di leggi che promuovono la condizione femminile, alla incentivazione della partecipazione alla vita politica non solo come figurine di bell'aspetto all'interno di un Governo. Non ci sentiamo per niente rappresentate da un simile Governo e dal suo Primo Ministro che continuano a professarsi difensori di valori quali famiglia, stato e patria ma poi in pratica calpestano e denigrano, con il loro comportamento pubblico e privato, proprio questi valori. Le Donne della Conferenza Provinciale PD invitano pertanto donne e uomini a sottoscrivere l'appello delle Deputate PD che chiede le dimissioni di Berlusconi per poter finalmente uscire da una situazione così imbarazzante e degradante per le Italiane e gli Italiani http://www.mobilitanti.it/dettaglio/110622/presidente_liberi_litalia_da_questo_imbarazzo
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco