• Sei il visitatore n° 484.398.017
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 27 aprile 2016 alle 19:08

Montevecchia: 33enne perse la vita nello scontro con una 'Golf', patteggia l'autista

Assistito dall'avvocato Massimo Tebaldi - dello studio Notaro e associati di Merate -  l'uomo alla guida della Golf bianca coinvolta nel sinistro ha quest'oggi patteggiato un anno di reclusione, con tutti i benefici di legge. Si è chiusa così - a risarcimento della famiglia già intervenuto - il "caso giudiziario" originato dalla prematura scomparsa di Emanuele Noto, 33enne di Villasanta, spirato dopo due giorni di agonia a seguito dei gravissimi traumi riportati nell'incidente che l'ha visto suo malgrado protagonista in un freddo sabato pomeriggio del gennaio 2015.

Emanuele Noto


In sella alla sua potente due ruote, il giovane, impiegato in un'azienda di Caponago, stava percorrendo il tratto montevecchino della sp54 quando, all'uscita di una curva, si sarebbe trovato dinnanzi una Volkswagen, forse impegnata in un sorpasso. Inevitabile e terribile lo schianto con il centauro sbalzato ad una ventina di metri di distanza rispetto al punto dell'impatto.


Diverse e profonde le lesioni riportare da Emanuele, tra cui una frattura alla vertebra. Nonostante i tempestivi soccorsi da parte prima di due volontari residenti in loco e subito dopo del 118, le condizioni del 33enne erano apparse subito disperate. Intubato ed elitrasportato al San Raffaele di Milano era entrato poi in coma, con la morte sopraggiunta dopo pochissimi giorni. Dinnanzi al giudice per le udienze preliminari Paolo Salvatore, quest'oggi è stato ratificato il patteggiamento concordato tra l'avvocato difensore di Alessandro C., l'uomo al volante della Golf e il sostituto procuratore Nicola Preteroti. Omicidio colposo il reato ascritto al conducente.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco