• Sei il visitatore n° 484.036.711
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 26 aprile 2016 alle 20:25

Vietnamita 40enne è accusato di truffe online tra Airuno, Brivio, Lecco, Garlate. Confermata la custodia in carcere

E' comparso questa mattina in tribunale a Lecco, tradotto dagli agenti della polizia penitenziaria di Pescarenico, e dopo un'ora davanti al giudice delle indagini preliminari dr. Paolo Salvatore, per l'interrogatorio di garanzia, ha fatto ritorno in cella.

Minh Phuong Kha, classe 1976 nativo del Vietnam, con ultima residenza ad Airuno e domicilio in un dormitorio di Monza, difeso dall'avvocato Sonia Bova, è accusato di truffa continuata e in concorso con diversi presunti complici ai danni di numerosi soggetti che, sul noto sito internet di vendite online www.ebay.it, acquistavano della merce, pagando con accredito sulla carta postepay, senza poi ricevere nulla di quanto ordinato.

Approfittando di contatti telematici e a distanza che non hanno permesso alle persone offese di controllare l'identità e la serietà dell'interlocutore né l'esistenza del bene offerto, Phuong Kha Minh e almeno altri tre soggetti riuscivano a vendere la merce, incassare la cifra pattuita facendosela accreditare sulla carta e poi sparivano dalla rete, senza consegnare alcunchè agli ignari acquirenti che, scopertisi truffati, si sono poi rivolti alle forze dell'ordine per le denunce.

Tra Airuno e Garlate, nel luglio 2015, sono riusciti a piazzare sotto falsi nomi, sono state "vendute" due piscine marca Index (322,90 euro e 646,90 euro), un computer portatile Asus (366,90 euro), un notebook Vivo (193,90 euro). Nulla di tutto questo è stato consegnato ai compratori.

In concorso con una donna, Minh Phuong Kha è accusato di avere ripetuto la medesima truffa, sempre a luglio 2015, con fittizia vendita di merce, ricezione del pagamento e consegna "fantasma" del bene a danno di ignari acquirenti del capoluogo lecchese, per tre macchine fotografiche (315 euro, 545 euro, 283 euro), un frigorifero Ariston (280,06 euro), due tapis roulant (197 euro e 216 euro).

Infine in concorso con un terzo soggetto il giovane vietnamita avrebbe venduto e si sarebbe accaparrato i soldi senza procedere alla consegna della merce, consistente in un tapis roulant (221 €), tre bicicletta MTB Atala (231 €, 376 €, 236 €), due frigoriferi Indesit (212 €) e Ariston (412 €), due fotocamere (381 € e 412 €). Episodi questi consumati a danno di persone residenti a Brivio.

Questa mattina il giudice Paolo Salvatore, dopo l'interrogatorio di garanzia alla presenza dell'avvocato d'ufficio Sonia Bova, ha confermato la custodia cautelare in carcere.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco