Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.919.369
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 14 gennaio 2011 alle 19:19

Cernusco, Zardoni: sulla vicenda parcheggi

Non voglio difendere il mio Sindaco Sergio Bagnato che se riterrà si difenderà da solo. Ma dire la mia su un paio di interventi legati alla vicenda parcheggi in stazione e incrocio, questo sì.
Partiamo dall'incrocio. Che vada tutelato anche l'attraversamento pedonale è invece ovvio, caro Mandelli: il quartiere oltrestatale è molto popoloso e per arrivare ai servizi del centro deve attraversare la ex Statale, quotidianamente. Soprattutto gli anziani, che hanno meno disponibilità delle auto. Poi questo non significa che creare attraversamenti sicuri sia incompatibile con le rotonde, ma è un altro paio di maniche. Personalmente avrei realizzato un sottopasso da utilizzarsi in in orari diurni mentre negli orari notturni, con traffico meno intenso, avrei favorito un attraversamento sicuro ed illuminato a raso (senza semaforo).
Proseguiamo con la stazione. Le auto parcheggiate in via Stoppani lo erano abusivamente e, nonostante questo, non sono mai state multate se non vi era intralcio alla circolazione, creando tra l'altro disagi ai residenti. Finita la riqualificazione i pochi posti auto in via Stoppani saranno a disco orario. Presso la stazione sono stati fatti più parcheggi del previsto ed abbiamo sempre ribadito che Cernusco non può diventare il parcheggio della Brianza: nonostante questo in futuro si potranno ricavare ulteriori parcheggi nella zona del centro sportivo, che sarà presto riqualificata. I 15 parcheggi a disco orario "lungo" sono utilizzati, anche se non al 100% di saturazione: forse si potrebbe valutare di ridurli a 5-6 ma vanno mantenuti.
Su un servizio pubblico serio si son dette tante cose ma la realtà è che il taglio dei fondi statali provocherà ulteriori riduzioni su un servizio già non efficiente.
Infine le biciclette e moto: nell'ex scalo merci sarà presto realizzato (con l'ipotesi di un cofinanziamento della Provincia e dei comuni di Merate e Montevecchia) un parcheggio custodito dedicato a ciclisti e motociclisti, nel quale si potrà anche inserire un servizio di bike sharing.
Cordiali Saluti
Giovanni Zardoni Vicesindaco Comune di Cernusco Lombardone
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco