Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 438.706.297
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 13 gennaio 2011 alle 09:21

Lomagna: carta dei servizi e ''quoziente'' per le famiglie grazie alla Consulta Servizi Sociali

Una "carta dei servizi" che indirizzi i cittadini sulle agevolazioni e iniziative a loro disposizione sul territorio comunale e l'elaborazione di un "quoziente familiare" che renda più eque ed omogenee le tariffe relative a servizi scolastici e possa contribuire alle capacità economica delle famiglie soprattutto se dotate di un elevato numero di figli. Questi i principali "lavori in corso" all'interno della Consulta Servizi Sociali del comune di Lomagna, che nella seduta di martedì 11 gennaio ha visto la partecipazione del sindaco Stefano Fumagalli e dell'assessore all'istruzione Emma Mantovani. Il primo cittadino ha sottolineato l'importanza di un gruppo di persone che affronta tematiche di ampio respiro, collaborando in modo propositivo con l'amministrazione su progetti vicini ai cittadini. I lavori della Consulta Servizi sociali non si sono mai fermati, ma il clima di serenità all'interno del gruppo è stato recentemente messo a dura prova a seguito delle dimissioni del presidente Antonio Colombo per motivi personali. "Questo è un gruppo ben assortito di persone che lavorano in squadra su progetti di grande rilevanza sociale, è l'ora di lasciarsi dietro questioni esterne al suo scopo e continuare a lavorare con serenità" ha spiegato l'assessore Mantovani. Un consiglio accolto dai cittadini riuniti e dal presidente Patrizia Guaitani, che si sono confrontati sulle linee da seguire per la redazione della carta dei servizi (prendendo a modello quella di altri comuni del territorio) e hanno iniziato un'analisi sulla situazione delle famiglie presenti a Lomagna. Dai dati forniti dall'assessorato all'istruzione emerge che in paese sono presenti 62 nuclei con 3 figli (in cui 10 i capifamiglia, cioè vedove o separate, sono donne) e 8 famiglie con 4 figli (capifamiglia tutti uomini), mentre sono 17 quelle che hanno al loro interno un figlio diversamente abile. Di questi 6 sono inseriti nella scuole dell'obbligo, 9 in strutture specializzate e 2 (con difficoltà lievi) in centri con percorsi formativi particolari. L'analisi dei dati continuerà al fine di stabilire un "quoziente" che possa portare agevolazioni alle famiglie più in difficoltà. I frutti del lavoro della Consulta Servizi Sociali potranno essere colti nel giro di qualche mese.
R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco