Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 437.889.321
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 12 dicembre 2015 alle 22:46

Merate: 70 soci del Vespa club a cena alla Torre. Una sera senza motori ma con gioia

Occhi fissi davanti, mani sulla manovella del gas, piede puntato sulla pedivella.
E' questione di secondi e il rombo inconfondibile del Vespino riempie l'aria.

Per un vespista che si rispetti ad ogni accensione e salita in sella, quella sella lunga simile, senza offesa chiaramente, a un asse da stiro in miniatura (naturalmente più comodo), l'emozione si rinnnova intensa e sempre nuova.

Lo sanno bene gli amici del Vespaclub di Bulciago che, dopo essersi travestiti da Babbo Natale la scorsa settimana, venerdì sera hanno deciso di lasciare in garage i loro gioielli, naturalmente al calduccio e ben riparati, per regalarsi una serata più tranquilla e senza rombi di motore.

Ad ospitare la cena natalizia è stato il ristorante "La torre" di Piazza Prinetti a Merate dove Giuseppe, titolare e ottimo cuoco, è un vespista convinto assieme alla consorte Raffaella. Per amici e famiglie del suo club ha cucinato tante succulente pietanze e se la Vespa per una sera è stata solo nel cuore, il vuoto lo ha bene colmato il clima di allegria e simpatia che è serpeggiato tra tutti i tavoli.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco