Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 404.273.739
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 22/07/2021
Merate: 23 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 23 µg/mc
Lecco: v. Sora: 23 µg/mc
Valmadrera: 23 µg/mc

Scritto Martedì 13 ottobre 2015 alle 19:01

Merate: la comunità abbraccia Suor Carla Zagato missionaria che festeggia 50 anni di consacrazione e ritorna in Brasile

Suor Carla Zagato
Domenica a festeggiare con lei i suoi 50 anni di consacrazione a Dio ci sarà tutta la comunità di Merate quella da cui nel 1961 era partita con tanto entusiasmo e che ora vuole incontrare nuovamente prima di tornare in Brasile.
Suor Carla Zagato, nata tra piazza Vittoria e Via Roma, è una missionaria di Maria, dell'ordine delle saveriane di Parma. Cresciuta in oratorio, figlia dell'Azione Cattolica, porta su di sé l'impronta e l'esempio di tanti sacerdoti e suore che nel suo cammino di adolescente e di giovane sono stati fondamentali, inculcandole nel cuore i valori della dottrina cattolica e l'amore per il prossimo.
"Ricordo bene la sensibilità missionaria di Padre Arlati che emanava dalle sue omelie" ha raccontato "così come ho nel cuore don Angelo Perego, Don Franco Longoni e Don Natale Castiglioni. Tutti sacerdoti che con le loro parole e soprattutto il loro esempio mi hanno spinto ad approfondire la vocazione che sentivo dentro di me".
Classe 1939, Suor Carla Zagato lascia Merate nel 1961 alla volta di Parma dove si trova la sede dell'ordine religioso che rispecchia la sua indole.
"La nostra caratteristica è che non abbiamo un abito, una divisa e siamo esclusivamente missionarie. Mi aveva attirato questa particolarità di essere in mezzo alla gente sempre, senza alcuna distinzione o abito che ci mostrasse diverse rispetto ai fratelli".
Da Merate quell'anno erano partite ben sette ragazze per consacrarsi a Dio nei diversi ordini. Un vero e proprio record, impensabile oggi.
La missione di Suor Carla è stata principalmente la terra brasiliana che ha servito sia nella periferia di San Paolo che nello stato del Paraná, nella zona interna.

Attualmente a Roma, sarà a Merate il prossimo fine settimana per dire grazie a Dio per questo traguardo.
"Non ho rimpianti. Il Signore è stato davvero grande con me nella sua bontà e misericordia e mi ha tenuto stretta a sé. Ho avuto anche la grazia di assistere la mia mamma per ben dieci anni, dal 1997 al 2007. La missione è tutto, non ho un ricordo particolare di questi cinquant'anni perché è un dono grande che ti porti dentro dal primo giorno fino all'ultimo. Come missionarie viviamo con il popolo, sperimentiamo il suo quotidiano, nella gioia e nella sofferenza, diventiamo la famiglia di questa gente e loro la diventano per noi. Andando avanti con gli anni si sente ancora di più la ricchezza e il dono della vita che passa in fretta ma che resta il nostro bene più prezioso".

Domenica 18 ottobre alle ore 11 si terrà la Messa in parrocchia con il rinnovo dell'impegno missionario e alle 12.30 pranzo in oratorio per tutti. Durante la giornata sarà possibile acquistare il libro "Frammenti di 50 anni di vita missionaria tra Italia e Brasile". Tutto il ricavato del libro e del pranzo sarà destinato alle attività missionarie di Jaguapitã, città del Paraná dove opera suor Carla.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco