• Sei il visitatore n° 494.157.257
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 21 dicembre 2010 alle 13:35

Airuno: la minoranza e la ''questione sicurezza''

Comunicato del Gruppo PDL-Lega Nord  di Airuno
Sicurezza in Airuno 
Come Gruppo Consigliare PDL – Lega Nord Airuno,   sul tema Sicurezza abbiamo presentato due Interpellanze rivolte alla Giunta comunale e al Sindaco Adele Gatti.
La prima Interpellanza, circa i continui atti di vandalismo, i fenomeni di delinquenza in paese, il controllo della legalità dell’immigrazione straniera in Airuno, il progressivo degrado della Stazione, la richiesta di proporre un piano di video-sorveglianza per le aree più critiche del paese. Ci fu risposto che provocavamo allarmismo nei confronti della cittadinanza, che il livello di deliquenza era lo stesso degli altri paesi (mal comune mezzo gaudio!)  e che eravamo prevenuti nei confronti degli stranieri presenti ad Airuno. Tramite comunicato stampa del Sindaco fu detto che la Stazione ferroviaria si sarebbe riaperta per accogliere l’utenza entro la fine dell’anno 2009.
La seconda Interpellanza, relativa al controllo di evidenti forme di disagio giovanile, i sempre diffusi e già segnalati episodi di vandalismo e delinquenza. A questa seconda Interpellanza fu risposto dal Sindaco che la forma di monitoraggio e prevenzione dei disagi giovanili risultava essere il “progetto Writers” . Nella seduta consigliare del 30 Settembre 2010 il Sindaco affermò, per la seconda volta e dopo un anno dalla prima richiesta, che “la valutazione per un piano di video-sorveglianza nelle zone più critiche del paese sarebbe stata eseguita compatibilmente con le risorse economiche”.
A nostro giudizio vi e’ invece stato un evidente progressivo degrado del livello di sicurezza nel paese. Non sono opinioni, non e’ allarmismo sono i fatti che parlano da soli. Abbiamo avuto notizia in questi giorni di un "esibizionista" presente in paese, di una spaccata di vetri delle automobili in Aizurro; di una rissa tra operatori Infostrada e cittadini; del furto a casa di una signora anziana in Airuno, di un altro furto in viale delle Libertà. L'altra mattina davanti ad una cartoleria del paese era presente un extra comunitario che chiedeva soldi a tutti fin dento il negozio. Sono stati chiamati i vigili per madarlo via.
Se l’argomento non fosse estremamante serio verrebbe da dire che magari non aveva frequentato il corso d’italiano per stranieri, ma certo nel chiedere soldi si esprimeva molto bene!
Improvvisamente leggiamo sulla stampa il solito proclama del sindaco:” installeremo le telecamere!!!”
La domanda che facciamo e’ quando questa amministrazione comincera’ a programmare e realizzare le cose che davvero servono ai cittadini di Airuno , magari senza i soliti annunci alla stampa regolarmente smentiti dai fatti.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco