• Sei il visitatore n° 483.667.810
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 20 dicembre 2010 alle 16:41

Lomagna: riconoscimento internazionale per la Genport s.r.l, all’avanguardia nella realizzazione di batterie a lunga durata

È stata selezionata tra 987 realtà da 24 Paesi nel mondo, rientrando nelle prime 25 aziende riconosciute a livello internazionale per qualità e innovatività della propria produzione e in una speciale classifica di 8 realtà nell’ambito del “clean tech”. La Genport S.r.l. di Lomagna ha solo un anno di vita ma ha già ottenuto un importante riconoscimento a livello internazionale, conquistandosi un posto di grande rilievo nell’ambito dell’Eurecan European Venture Contest a Barcellona, per il lavoro svolto nello sviluppo di soluzioni energetiche di grande durata.

Secondo da destra Paolo Fracas


“È una grande soddisfazione, abbiamo partecipato alle fasi di selezione ed essere stati accreditati ci dà grande visibilità e una marcia in più per portare avanti il nostro lavoro” ha spiegato Paolo Fracas, co-fondatore e amministratore delegato del gruppo. La Genport S.r.l. è uno “spin-off” del Politecnico di Milano, vale a dire una società nata dalla collaborazione tra più realtà finanziarie e industriali allo scopo di tradurre progetti di ricerca sviluppati presso il polo universitario in prodotti innovativi, realizzabili a livello industriale e in grado di aprire prospettive future di grande interesse in ambito sanitario, militare e della protezione civile, attualmente ancora poco immaginabili.


“Il nostro è un mercato emergente, di nicchia, volto a realizzare soluzioni ad alta densità energetica in grado di alimentare apparati elettronici in condizioni estreme” ha spiegato Paolo Fracas. “Il nostro obiettivo è quello di realizzare batterie sempre più leggere e durature, che consentano un’autonomia di utilizzo di qualsiasi apparecchio fino a giorni o anche mesi, senza bisogno di ricariche frequenti molto difficoltose in certe situazioni estreme, come in caso di terremoti o di operazioni in luoghi colpiti dalla guerra”. Gli ambiti di utilizzo sono i più vari. Nel campo sanitario una maggiore autonomia degli apparecchi elettro – medicali va verso una deospedalizzazione dei pazienti e consente maggiore libertà ai mezzi di soccorso che trasportano apparecchi elettronici in grado di salvare vite umane. Stesso discorso per la Protezione civile, in particolare in caso di interventi in zone terremotate.


“Abbiamo testato alcuni prodotti in Abruzzo e ad Haiti, ottenendo un ottimo riscontro dagli operatori che ne hanno fatto uso” ha spiegato Fracas. “Nei prossimi anni realizzeremo progetti dimostrativi innovativi in grado di alimentare macchinari indispensabili per sondare le macerie sul luogo di un terremoto”. Anche in campo militare le possibilità sono davvero varie. “Puntatori, palmari e altre apparecchiature che ormai fanno parte dell’equipaggiamento dei soldati necessitano di un’autonomia sempre maggiore, e noi stiamo anticipando i tempi.


Il prossimo anno presenteremo progetti dimostrativi applicabili alle imbarcazioni o ai rifugi della Protezione civile, grazie all’importante riconoscimento ottenuto la nostra qualificazione è aumentata e non possiamo che esserne fieri”
. La Genport è un’azienda giovane in tutti i sensi. “L’età media dei lavoratori è di 25 anni, principalmente ingegneri che iniziano a fare pratica qui anche durante il percorso di studi. L’obiettivo per il futuro è quello di ampliare i nostri ambiti d’azione, collaborando maggiormente con il mondo industriale e finanziario”. Per avere un anno di vita, davvero niente male.
R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco