• Sei il visitatore n° 531.848.030
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 27 aprile 2015 alle 12:30

Valletta Brianza: pomeriggio di giochi e divertimento in oratorio

Sembra incredibile, eppure, mettendoci un po' d'inventiva, perfino con un tubo da elettricisti, una noce e un martello si può dare vita ad un gioco divertente e di sicuro poco costoso; vince, naturalmente, chi dimostra di avere i riflessi più pronti e riesce così ad assestare un bel colpo all'ovale, mentre esce rotolando dal condotto. Davvero molto coinvolgente, anche se è consigliabile non provare a ripetere a casa l'esercizio, visto soprattutto il disastro di pezzettini di guscio sparsi attorno al tavolo al termine della gara.

A dispetto dei più increduli, invece, possiamo testimoniare che, con una molletta da bucato, un elastico e un supporto di legno opportunamente sagomato, è possibile creare una potente e precisa arma da fuoco, in grado di abbattere, perfino nelle mani di un bambino, una scatoletta di cartone a forma di gufo posizionata a considerevole distanza.


Il pomeriggio di giochi e laboratori che ha quasi concluso la Festa Patronale di San Giorgio Martire a La Valletta Brianza - in attesa del concerto dei Jazz Lag di Milano che ha fatto calare il sipario sui festeggiamenti - è stato un po' l'occasione per tornare ad apprezzare l'utilità di oggetti comuni d'uso quotidiano, che però, all'occorrenza, sanno trasformarsi in piacevoli passatempi a buon mercato; se una volta c'era solo la lippa, oggi invece anche nell'ambito dei giochi popolari la tecnologia moderna ha introdotto qualche miglioramento, senza far perdere però a questi piccoli divertimenti il loro carattere spontaneo di creatività artigianale.

Prima che la pioggia facesse correre tutti a ripararsi sotto il tendone, sul campetto di cemento dietro la chiesa sono state organizzate alcune gare di corsa del tutto particolari; più che di prove di velocità, si è trattato di complicate sfide di sincronismo e coordinazione, nelle quali i bambini hanno dovuto muoversi su un tandem di legno molto semplificato ed essenziale, a quattro posti e senza ruote, cercando di tagliare il traguardo prima degli altri. Accanto a loro, altri concorrenti si sono cimentati in una strana gara con biglie di carta, spinte in avanti fino all'arrivo sfruttando la forza motrice di una pallina da tennis fatta oscillare tra le gambe con movimenti cadenzati.

I più piccoli, dal canto loro, si sono concentrati nella caccia al tesoro nascosto in una piscina di gomma piuma, oppure dando sfogo alla loro creatività utilizzando il cartone e gli altri materiali di recupero forniti dai ragazzi del gruppo Loko. Insomma, per tutti c'è stato modo di trascorrere qualche ora di divertimento in compagnia, in attesa che la prossima Festa Patronale torni a colorare di bianco e rosso la chiesa, la piazza e l'oratorio del paese.

R.G.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco