Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 98.710.757
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
 
redazione
Via Carlo Baslini 5
Merate (Lc)

Tel. 039 990.28.81
Fax. 039 990.28.83
P. Iva 02533410136

I nostri nomi
link utili
bandi e concorsi
annunci di lavoro
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/05/13

Merate: 10 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 09 µg/mc
Lecco: v. Sora: <9 µg/mc
Valmadrera: 7 µg/mc
Moggio: 3 µg/mc
Scritto Giovedì 10 luglio 2008 alle 19:16

Paderno: un 48enne di Cassano d`Adda si
getta dal ponte e si finisce fra gli alberi

immagine 17112

A distanza di soli quattro giorni dal suicidio di Manuel B. un`altra persona ha deciso di togliersi la vita gettandosi dal ponte San Michele di Paderno. Si tratta di un uomo di Cassano d`Adda, classe 1960, di cui al momento non sono ancora state fornite le generalità complete, che dopo aver parcheggiato l`auto accanto al bar ?Bel sit? ha compiuto l`insano gesto. Secondo una prima ricostruzione il 48enne avrebbe raggiunto il ponte, ormai tristemente noto per il compimento di queste tragedie più per che per il suo pregio architettonico, poi si sarebbe incamminato lungo il passaggio pedonale, protetto dal guard rail.

 


L`uomo, però, non avrebbe fatto in tempo a raggiungere il centro del ponte, in corrispondenza dell`arcata con i suoi 80 metri di salto nel vuoto ma, forse divorato dalla disperazione, avrebbe deciso di saltare poco dopo aver imboccato il San Michele. Scavalcata la ringhiera si è abbandonato al vuoto. Il suo corpo è così finito nelle sterpaglie, lungo il costone che scende verso il fiume, per schiantarsi al suolo, dopo aver rotolato per diversi metri fra gli alberi. Inutili i tempestivi soccorsi allertati da una donna che ha assistito impotente a tutta la scena.

 


Sul posto sono giunti i vigili del fuoco unitamente alla polizia intercomunale di Robbiate e quella di Calusco d`Adda. In un primo tempo le ricerche si sono concentrate lungo il fiume tanto che è stata attivata anche una squadra di sommozzatori; dalle indicazioni fornite dai testimoni si è cercato di stabilire l`esatta traiettoria e il possibile punto di impatto. Dopo una breve ricerca fra i rovi il cadavere dell`uomo è stato così ritrovato proprio sotto l`arcata del San Michele con i documenti indosso.

 



© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco