• Sei il visitatore n° 484.024.260
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 03 marzo 2015 alle 09:06

Merate: fare rete in vista di Expo. Un flop la serata del Distretto Rurale per discuterne

Il progetto che il Distretto Rurale "La Valle dell'Adda" avrebbe voluto proporre, nella serata di lunedì 2 marzo, a strutture ricettive, aziende agricole, ristoranti, agriturismi, negozi al dettaglio, artigiani dell'agroalimentare e, in generale, a tutti gli imprenditori del meratese è sicuramente ambizioso, purtroppo però la serata di presentazione è stata un buco nell'acqua: solo 7 persone, inclusi gli organizzatori, hanno preso posto tra le poltroncine dell'Auditorium di Merate.


Il flop dell'iniziativa, che aveva il patrocinio del Comune, non ha mancato di stupire l'assessore con delega al commercio e alle attività produttive Silvia Sesana, a cui è toccato l'ingrato compito di rompere il ghiaccio: "Con questa serata volevamo muovere il primo passo per permettere alle importanti realtà del nostro territorio di fare rete", ha spiegato l'assessore. "Evidentemente non ha destato interesse. Credo sia una opportunità non colta rispetto alla sfida che le nuove tecnologie possono rappresentare per lo sviluppo del settore del commercio e della produzione".

L'obiettivo del progetto sarebbe quello di realizzare uno strumento innovativo ed efficace per la promozione e la vendita diretta di beni e servizi senza costi di intermediazione in Brianza e nell'Isola bergamasca. Una rete che non riguarderà solo i 32 associati del Distretto Rurale, ma che intende espandersi ed utilizzare Expo2015 per creare occasioni di acquisto di prodotti del territorio da proporre al mercato turistico locale e internazionale rappresentato dai 20 milioni di visitatori previsti per l'esposizione universale.

Carlo Montisci

"Non è detto che quello che è accaduto qui questa sera sia la rappresentazione di ciò che il nostro territorio riesce ad esprimere", ha esordito Carlo Montisci, amministratore unico del Gruppo Ideas e relatore del progetto. "Avremo modo di contattare chi non c'è oggi e spiegare loro che il progetto "Adda Marketplace" vuole coinvolgere un territorio omogeneo dal punto di vista produttivo e con una presenza turistica strutturata ma nascosta, che riguarda soprattutto persone che si fermano in Brianza per motivi di lavoro. Tutto il sistema commerciale del territorio normalmente non viene però coinvolto dai flussi turistici, succederà lo stesso con l'Expo? Saremo solo la base logistica per chi intende recarsi a Milano?", ha chiesto il relatore al piccolo pubblico presente.

"Noi vogliamo provare a creare un sistema che dia alle persone l'occasione di acquistare i prodotti e i servizi del territorio partendo dal presupposto che ognuno degli operatori che aderiranno all'iniziativa, dalla ditta di trasporti al bar dietro casa, incontrerà dei visitatori. Gli verrà quindi proposto di non vendere solo il proprio servizio ma il sistema imprenditoriale nel suo complesso: ogni azienda sarà allo stesso tempo punto di contatto per promuovere ai propri clienti beni e servizi delle altre e venditore nei confronti dei clienti degli altri", ha continuato Carlo Montisci. "Intendiamo costruire una rete di imprese che non siano clienti ma compartecipanti, e con l'obiettivo di azzerare i costi di intermediazione e di ricerca della clientela. Tutto questo sarà possibile grazie ad un sistema di prenotazioni e vendite online. L'Expo ci fornisce il numero di clienti in più che ci permette di sostenere l'investimento iniziale, ma l'obiettivo è far diventare questa struttura permanente".


"Il progetto - ha concluso Montisci - sarà cofinanziato dalla Camera di Commercio di Lecco per il 50%, mentre il Distretto Rurale "La Valle dell'Adda" si occuperà di tutta la parte organizzativa, del coordinamento e della distribuzione delle merci; agli aderenti è richiesta solo una quota di partecipazione e la disponibilità a veicolare l'iniziativa.

Il tempo però stringe e il numero di partecipanti alla serata di ieri non è un segnale confortante sulla capacità del nostro territorio di cogliere le occasioni e di unirsi per "fare impresa".

M.F.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco