• Sei il visitatore n° 494.184.738
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 10 febbraio 2015 alle 14:01

Calco: Tecnoelettra, 15 dipendenti a casa. Stipendi arretrati, sul futuro nessuna certezza

Quindici dipendenti della Tecnoelettra S.p.a. di Calco non vanno più al lavoro dall'inizio dell'anno, e non hanno alcuna informazione su quale sarà il loro futuro.

La ditta, specializzata in componenti elettrici, ha attraversato in passato difficoltà causate dalla crisi economica, e per 8 lavoratori su 27 lo scorso dicembre è stata firmata la mobilità.

Agli altri 19, ad eccezione di 4, è stato detto che non c'è più lavoro e di rimanere a casa, attendendo informazioni che però non sono arrivate. Nel frattempo è trascorso un mese e mezzo, e chi non sta lavorando non ha ricevuto lo stipendio di dicembre e gennaio né la tredicesima.

"C'è grande preoccupazione tra i dipendenti, l'azienda ha già utilizzato la cassa integrazione ordinaria e straordinaria per alcuni periodi, e per un anno è stato attivato il contratto di solidarietà" ha spiegato Domenico Alvaro, funzionario Fiom Cgil che sta seguendo la trattativa. "Otto lavoratori a fine anno erano stati messi in mobilità, con l'obiettivo di ridurre i costi del lavoro. Ma a gennaio agli altri è arrivata la comunicazione di stare a casa, in attesa di una decisione importante che non è mai arrivata. 4 hanno continuato a lavorare, e a loro lo stipendio è stato pagato. Agli altri 15 non solo non è arrivato nulla, ma non ci sono neanche informazioni su una qualche formula di ammortizzatore sociale di cui discutere. È un comportamento fortemente scorretto".

I dipendenti della Tecnoelettra sono per lo più uomini, con un 30-40% di donne. I 19 rimasti dopo la messa in mobilità hanno mediamente fra i 30 e i 50 anni. 15 di loro al momento non sanno cosa riserva per loro il futuro.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco