Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 390.101.354
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/04/2021
Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 11 µg/mc
Lecco: v. Sora: 10 µg/mc
Valmadrera: 11 µg/mc
Scritto Giovedì 22 gennaio 2015 alle 17:11

Robbiate: ''pericolo amianto''. Un bancale nel cortile della scuola genera ''allarme''


Che cosa quel bancale "impacchettato" contenga, al momento non è dato saperlo. Certo è che i nastri bianco rossi tirati per tenere a distanza le persone e lo scotch appiccicato con la scritta "pericolo amianto" hanno messo in allarme bambini e genitori della scuola elementare di Robbiate. Da ieri, infatti, sotto il portico che si trova vicino alla mensa, alle spalle della palestra di basket e dove c'è la sede della banda, è stato posizionato un bancale con della merce completamente "oscurata" da una serie di imballaggi in cellophane, a loro volta assicurati da un nastro adesivo bianco che reca l'allarmante scritta "pericolo amianto". A ingenerare una certa apprensione, tra corpo docente e famiglie, anche i nastri bianco rossi tirati da un capo all'altro del porticato per non far oltrepassare quella zona e impedire che chiunque venga a contatto con il deposito, fosse solo anche per non inciamparvi.

Al momento non è dato sapere cosa si trovi all'interno dell'imballaggio, quindi non siamo in grado di dire se si tratti effettivamente del materiale indicato sul nastro adesivo oppure di altra merce. C'è da ritenere che, se si trattasse anche di amianto, lo stesso sia già stato trattato con le apposite schiume che lo rendono poi non pericoloso per la salute. Ma il solo dubbio ha ingenerato preoccupazione. Ieri quando il materiale è comparso nel cortile della scuola, indiscrezioni raccontano di maestre che si sono preoccupate non poco, manifestando palesemente il loro disappunto.

Il portico cinturato dal nastro bianco rosso

Diversi bambini, poi, avvicinandosi all'area cinturata hanno letto la scritta sul nastro adesivo e, una volta a casa, hanno naturalmente notiziato i genitori che, questa mattina, a scuola non parlavano d'altro. In attesa, naturalmente, di una spiegazione da parte della scuola e delle autorità preposte.

S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco