• Sei il visitatore n° 485.190.338
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 10 novembre 2014 alle 16:01

Valletta: la festa delle forze armate. Per non dimenticare

Domenica 9 novembre, davanti al monumento dei caduti di Monte, alle ore 12:00 in punto, l'Unione dei Comuni Lombarda della Valletta, il Gruppo Alpini "Monte San Genesio"  e l'Associazione Nazionale del Fante - sez. di S. Maria Hoé  hanno celebrato la ricorrenza del "4 novembre", festa delle Forze Armate. La mattinata è iniziata, come da programma, con il corteo accompagnato dal corpo musicale "G.Verdi" di Airuno e diretto alla chiesa dove è stata celebrata la S. Messa a ricordo di tutti i caduti e insieme a questa anche la benedizione della corona d'alloro.

Da sinistra Carmelo La Mancusa di Santa Maria, Paola Panzeri di Perego e Marina Galbusera di Rovagnate


Quest'ultima è stata poi deposta davanti al monumento dei caduti, per l'occasione circondato dai cittadini, dalle forze civili e amministrative, dalla banda e dal gruppo alpini, pronti a commemorare nel più profondo questo momento.

Il sindaco Marina Galbusera ha tenuto a ricordare a tutti "di essere qui non per esaltare il concetto di guerra ma per ricordare i valori di altruismo, sacrificio e di agire per la condivisione di un ideale per poi tramandarlo alle future generazioni"e poi ha aggiunto: "La costituzione è sinonimo di libertà e le forze armate al servizio della pace sono un contributo fondamentale per l'ordine pubblico e la salvaguardia delle istituzioni; proprio per questo dobbiamo onorare il servizio civile ma ricordare sempre che la pace deve nascere dalle nostre azioni quotidiane. E' luogo comune che siano più bravi coloro che non stanno alle regole ma così non si fa altro che svilire chi le regole le rispetta con la consapevolezza che ciò sia fondamentale per una convivenza civile. Tutti noi abbiamo diritti ma anche doveri, come quello di difendere la patria e quello civico al voto. La politica è condivisione e la partecipazione di una comunità è tale quando il proprio futuro è scelto dai cittadini. E' naturale che tutto ciò possa generare timore perchè è più semplice abbattere dei muri di cemento piuttosto che quelli radicati dentro di noi, però solo così si può camminare davvero insieme, l'uno con l'altro."

"La memoria di chi si è sacrificato per il bene comune non va mai dimenticata": si è conclusa così la giornata di commemorazione, insieme ai ringraziamenti per tutti coloro che vi hanno partecipato e che...la ricorderanno. 

Chiara Commito
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco