Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 438.712.208
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 24 agosto 2014 alle 09:37

Corso pratico di presepismo a "Opera" con AIAP Lecco

Importante e positiva esperienza con il corso pratico di presepismo tenutosi nella Casa Circondariale di Opera a Milano.
L'Unità Organizzativa Regionale della Lombardia comprendente le Sedi e le Sezioni lombarde aderenti all'Associazione Italiana Amici del Presepio, è stata promotrice di una significativa d importante opera di divulgazione dell'arte presepiale e conseguentemente alla diffusione ed ala mantenimento della tradizione cristiana del presepio.



Nelle prime due settimane di agosto dieci maestri delle Sedi e Sezioni lombarde, su gentile e gradito invito della Direzione della Casa Circondariale di Opera, hanno tenuto un corso pratico di presepismo ad alcuni ospiti residenti.
L'AIAP di Lecco nelle persone del Presidente Maurizio Villa e del consigliere Ambrogio Radice, ha voluto essere in prima linea in questa testimonianza, oltre ad organizzare i corsi pratici di presepismo nella nostra città, (ne sono stati già tenuti due in febbraio e maggio e sono programmati altri due in settembre a Lecco e ad ottobre a Dervio), non ha lasciato cadere nel vuoto l'invito a vivere una esperienza di alto valore sociale e caritatevole. Molteplici gli obiettivi del corso e tutti concatenati tra loro.



A sinistra, Maurizio Villa con Ambrogio Radice

Al valore intrinseco di trasmettere e promulgare la tradizione cristiana che il presepio emana, si deve aggiungere la disponibilità cristiana di opera misericordiosa e caritativa ed infine lo scopo di costituire una scuola presepistica permanente, che in futuro consentirà agli ospiti di realizzare presepi per proporli successivamente nelle forme convenute, nei vari mercatini natalizi, divenendo così per i reclusi, un mezzo di reinserimento nella società e non da ultimo una piccola forma di sostentamento.



Al di là di questa testimonianza concreta e tangibile dell'importanza dell'istruzione, noi insegnanti varcando quelle mura, abbiamo saputo acquisire giorno dopo giorno il valore intrinseco del nostro operare, che non è esclusivamente una trasmissione di conoscenze, ma la difficile, quotidiana ricerca di come poter sviluppare le potenzialità nascoste, soppresse, spesso mai coltivate, nelle persone con cui avevamo contatto.



L'ambiente multietnico, difficile, sia per il livello culturale sia per la condizione psicologica indotta dalla restrizione, è stato il campo della sfida, in quanto garbatamente si è dovuto proporre, inventare, creare quell'interesse e partecipazione per rimuovere abitudini consolidate e per sviluppare fiducia in loro stessi e iniziare nuovi percorsi di vita.
In questa prospettiva la scuola presepistica ha assunto una fonte di crescita anche per la figura di noi insegnanti, che siamo riusciti, valorizzando i partecipanti secondo le loro competenze, a rivalorizzare anche noi stessi.



"Nel periodo trascorso assieme ai detenuti, si impara come si deve cambiare interiormente, a convertirsi. E questo non vale solo per i detenuti, ma anche per noi stessi, costringendosi a rimettersi in gioco, ad interrogarsi sul proprio proporsi nell'andare a dire una parola a della gente che è provata in forza e di conseguenza agli atti che ha compiuto, ed in tutto questo però emerge al tempo stesso con il paragone del loro cammino, tutto l'aspetto di miseria che esiste dentro di noi" ha detto Maurizio Villa.



Un'esperienza che lascia il "segno", un tempo prezioso dedicato agli emarginati ed esclusi che attendono solo un po' di conforto, un po' d'ascolto, un po' di umanità.



Per informazioni sulle attività della sede o per i i corsi di presepismo, è possibile inviare una mail a aiaplecco@gmail.com

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco