Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 381.598.759
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 23/02/2021
Merate: 80 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 54 µg/mc
Lecco: v. Sora: 50 µg/mc
Valmadrera: 71 µg/mc
Scritto Mercoledì 30 luglio 2014 alle 18:24

Novate: Francesca Carnati, 36 anni, unica donna spazzacamino in Italia su e giù dai tetti

E' l'unica donna iscritta all'associazione nazionale fumisti e spazzacamini ma la differenza con l'altrui sesso, lei non la sente. Francesca Carnati, 36 anni di Arcore, ma nativa di Novate, da cinque anni ha ormai intrapreso il mestiere che la porta, assieme al marito Marco, a salire e scendere dai tetti delle case, infilare la testa nel comignolo e da lì procedere con una pulizia della fuliggine.


Una professione intrapresa per piacere e per necessità e che ora non abbandonerebbe mai. Un lavoro che si svolge sia al chiuso che all'aria aperta, spesso sotto il sole cocente che rende ancor più faticoso destreggiare gli attrezzi del mestiere, metterci la testa e prestare tutte le attenzioni e le cure del caso. La parola "vertigine", naturalmente, è bandita dal vocabolario.

Francesca con il marito Marco

"Quando abbiamo deciso di lavorare assieme ci siamo detti: questa è la volta buona che o ci lasciamo oppure le cose andranno ancora meglio. Per fortuna è stato così" racconta Francesca "Il lavoro è pesante a livello fisico, anche io ho i miei limiti, ma ci metto l'anima, mi piace e allora niente pesa. Sono l'unica donna a fare questo mestiere, non mi pesa. Ormai faccio parte del gruppo e quando ci ritroviamo ai vari raduni non mi sento a disagio, anzi".
L'Italia è la patria dello spazzacamino e, infatti, ogni anno si svolge il raduno internazionale di tutti coloro che fanno questo mestiere che si è evoluto tecnologicamente. Con la telecamera, infatti, la canna fumaria viene "vivisezionata" e lo spazzacamino è in grado di farsi un'idea dello stato di manutenzione, di quanto lavoro c'è da fare e di eventuali problemi strutturali.

Dal prossimo 15 ottobre, tra l'altro, entrerà in vigore la nuova normativa con l'obbligo della manutenzione delle canne fumarie, un po' come per le caldaie, con tanto di certificazione, libretto e "bollino". E allora il su e giù dai tetti sarà ancora più frequente.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco