Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 414.473.812
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 26 novembre 2010 alle 19:23

Cernusco: ladri in un’abitazione di V. Marconi. Casa passata al setaccio, rubati gioielli in oro

Via Marconi a Cernusco
Hanno svuotato tutto: cassetti, armadi, contenitori, ribaltando i materassi, guardando addirittura sotto il sedile delle panche della cucina dove era appoggiato il cibo per i gatti, hanno aperto scatole, portagioie. Una vera e propria razzia in tutti i punti della casa, fatta però con una certa cura e con la volontà di non distruggere nulla, tanto che i vasi e i soprammobili i ladri li hanno appoggiati a terra con "delicatezza", senza romperli. È accaduto nel tardo pomeriggio di martedì a Cernusco Lombardone in una signorile abitazione di Via Marconi. Qui, ignoti, hanno atteso che la proprietaria uscisse di casa per alcune commissioni e sono entrati poi in azione. Con l'aiuto di uno scalpello o comunque di un bastone utilizzato come perno hanno forzato i serramenti in legno della finestra e sono entrati. I ladri dovevano essere di certo più d'uno perché la casa è stata completamente passata al setaccio, cantina compresa. Gli sconosciuti hanno aperto tutti i cassetti, gettato a terra i vestiti alla ricerca probabilmente di denaro nascosto, hanno ribaltato i materassi delle camere da letto, aperto i portagioie fino a quando hanno trovato gioielli in oro bianco e giallo e altri preziosi. Nessun interesse invece è stato mostrato per un televisore schermo piatto e per alcuni manufatti di bigiotteria che i malviventi hanno saputo abilmente distinguere dai pezzi di valore. Come dicevamo la razzia non è stata però "vandalica" tanto che vasi, soprammobili, piatti decorativi che sono stati spostati dalla sede originaria non sono stati rotti o danneggiati. Quando la proprietaria è rientrata a casa, oltre allo spiffero freddo proveniente dalla cucina, ha visto lettere, giornali, vestiti, cuscini ribaltati a terra e ha subito compreso l'accaduto. Alla donna non è rimasto altro che fare la conta dei danni e chiedere l'intervento dei carabinieri per il sopralluogo.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco