Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 390.481.473
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/04/2021
Merate: 27 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 16 µg/mc
Lecco: v. Sora: 16 µg/mc
Valmadrera: 18 µg/mc
Scritto Venerdì 13 giugno 2014 alle 14:01

Airuno: si insedia il nuovo cc. La minoranza chiede trasparenza

In una sala consigliare dove la canicola estiva era alleviata dal venticello fresco proveniente dai boschi alle spalle del municipio, il riconfermato sindaco Adele Gatti ha prestato il giuramento di fedeltà alla costituzione "E' sempre un'emozione" ha commentato al termine del pronunciamento della breve formula.


Dopo le consultazioni del 25 maggio, come noto, il gruppo Airuno Airuzzo progetto comune che aveva ripresentato l'uscente  Adele Gatti, si è riconfermato alla guida del paese, con il 59,63% delle preferenze contro il 40,36% della lista civica di Claudio Rossi Nuova Airuno Aizurro.

Giovanni Ravasi, Adele Gatti e la segretaria comunale

Dopo la fase di insediamento con la lettura dei componenti il nuovo consiglio, esaminate le condizioni di incandidabilità, ineleggibilità e incompatibilità (condizioni tutte scartate), si è passati al giuramento. Indossata la fascia tricolore, portale dal consigliere più giovane, Adele Gatti ha giurato la sua fedeltà e poi ha fatto un breve saluto. "Ringrazio gli elettori per la fiducia che ci è stata accordata ma esprimo anche il mio rammarico per la diminuzione del numero dei consiglieri. Cosa buona invece la presenza di 4 donne in consiglio, rispetto alle due di prima, e al fatto che 4 consiglieri su 10 sono totalmente nuovi. Rispetto al 2009 la nostra lista ha conquistato dei voti in più. Il sindaco è comunque sindaco di tutti e ora la nostra finalità sarà quella di concretizzare gli obiettivi, lavorando tutti per il bene di Airuno e degli airunesi nel rispetto delle proprie posizioni".

La minoranza. Adriana Rossi, Alessandro Milani e Claudio Rossi

Da quattro si è passati a due assessori che saranno Giovanni Ravasi, nominato vicesindaco con delega al bilancio e contabilità, e Italo Panzeri, esterno primo dei non eletti, per l'urbanistica, la protezione civile e l'edilizia privata.
Capigruppo per i due schieramenti saranno Thierry Averna e Claudio Rossi.
Illustrando come da regolamento le linee programmatiche dei prossimi cinque anni, il sindaco ha annunciato l'istituzione di tre nuove commissioni: il tavolo della solidarietà, commercio e lavoro, protezione civile e ambiente/territorio.
Ai consiglieri sono state affidate delle deleghe: territorio e ambiente a Alessandra Colombo, biblioteca a Maria Luciana Pessia, sport a Daniele Biffi, servizi alla persona a Thierry Averna, istruzione e patrimonio a Enrico Acquati, associazioni a Franco Riva.
Nei prossimi anni si punterà a mettere in associazione anche l'ufficio tecnico, la ragioneria e il trasporto pubblico mentre si punterà anche a istituire le borse di studio per la scuola secondaria, a preparare un bando per l'utilizzo dell'area Petroldragon e a realizzare un centro di  aggregazione per anziani.

Foto di gruppo della maggioranza

Terminata la nomina della commissione elettorale e degli elenchi dei giudici popolari, a prendere la  parola è stata la minoranza che nella persona di Alessandro Milani ha letto un intervento (che riportiamo in calce in forma integrale), auspicando una maggiore apertura alla trasparenza, aspirazione, condivisione.
Presente l'architetto Leo Stefano, il consiglio comunale ha infine approvato, con l'astensione della minoranza,  il regolamento edilizio comunale, secondo le prescrizioni di ASL e Regione

DISCORSO INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE

GRUPPO CONSILIARE "NUOVA AIRUNO-AIZURRO, IL PAESE CHE VORREI"

SEDUTA CONSILIARE DEL 9 GIUGNO 2014


In veste di consigliere della minoranza eletta nella lista

"Nuova Airuno-Aizurro , il paese che vorrei " rivolgo con questo breve intervento, il saluto a tutti i presenti , formulando i migliori auspici di un buon lavoro negli interessi della collettività tutta..

Rileviamo, con piacere che questo consiglio comunale si è, seppur limitatamente, rinnovato, con l'auspicio che alla sostituzione di qualche persona, corrisponda invece anche un cambiamento effettivo delle azioni, dello stile e della qualità amministrativa.

La presenza di qualche giovane ci conforta perché può essere un buon auspicio di vitalità per iniziare ed attuare il rinnovamento dei contenuti e delle forme di azione politica ed amministrativa, sempre che siano messi nella condizione di farlo e non di doversi adeguare alla linea imprescindibile ed ai dogmi del sindaco e del partito democratico.

Nella campagne elettorale appena trascorsa abbiamo rappresentato una possibilità di scelta alternativa. Di  questo andiamo fieri, per aver dato alla nostra comunità, una presenza alternativa, un'altra possibilità o meglio una possibilità diversa, differente, garantendo i parametri minimi di una forma di partecipazione democratica, di cui sono certo questa maggioranza avrebbe fatto volentieri a meno, ma di cui vi e' indispensabile necessità nel governo degli interessi della intera comunità.

Durante la campagna elettorale ci sono state fatte presenti da parte degli elettori airunesi non poche rimostranze ed insofferenze relativamente agli ultimi 5 anni di amministrazione tra cui:

1.      la mancanza della dovuta trasparenza amministrativa;

2.      la poca attenzione ai problemi sociali ed economici degli airunesi;

3.   una programmazione degli interventi che avrebbe dovuto indirizzare bisogni reali ma soprattutto condivisi del territorio.

 

Ancora una volta, il gruppo di maggioranza, si e' distinto in questa campagna elettorale, come nella scorsa, nel tentativo di delegittimazione personale dagli avversari politici. Due volantini distribuiti a notte fonda esattamente come 5 anni fa'. Addirittura con lo stesso titolo "La verità su......."  perchè , come e' noto a tutti quelli che vi conoscono da anni , esiste una sola verità, la vostra.  Il resto sono tutte menzogne, falsità, manipolazioni e denigrazione come avete scritto sul vs. volantino.

Se siete sicuri  di tutto ciò che affermate , come avete dichiarato dal Sindaco, affrontate un dibattito pubblico sulla destinazione dell'area ex petroldragon e sull'area Gilardi, aperto ai cittadini, non nella logica di un comunicazione unidirezionale del Sindaco ai suoi fans, ma nella logica del confronto civile aperto a tutti i cittadini.

Prendiamo atto di come il sindaco,  che ricordo fosse candidato del PD di Bersani, e non di Renzi al parlamento, intende darci lezione di indipendenza, come lista civica, perchè  abbiamo avuto l'appoggio delle Lega alle elezioni.

Non e' forse più preoccupante per la democrazia  Sindaco, che lei abbia obbligato la cartolaia a rimuovere dalle apposte locandine, di proprietà del Giornale, un titolo che a lei non piaceva sulla petrodragon, sostituendolo con un suo comunicato? Le sembra degno di un paese normale?

Guardando avanti, come Noi abbiamo fatto in tutta la campagna elettorale, Il nostro impegno istituzionale per i prossimi 5 anni avrà cura di

-      vigilare e controllare la gestione della attività amministrativa della maggioranza,

-      evidenziare i bisogni reali della nostra comunità,

-      assicurare che piani, programmi ed opportunità per questo territorio si realizzino in strategie di intervento, credibili e trasparenti in coerenza ai bisogni autentici di tutta la collettività,

-      verificare che le potestà amministrative non possano ledere interessi individuali e collettivi.  

A tal fine ci impegniamo a vigilare, per contribuire responsabilmente alla crescita sociale ed economica del paese.

Valuteremo di volta in volta le varie proposte con competenza, lealtà e libertà di autonomia, per perseguire il bene della collettività

Nessuno sterile ostruzionismo ma un impegno fattivo per affrontare tutti i problemi reali del nostro paese, che non sono pochi e di poco conto.

La nostra opposizione, esprime una autentica volontà di cambiamento espressa da alemno 5 anni da una parte consistente dalla cittadinanza "reale"  airunese, cioè cittadini e persone fatte di bisogni reali. Non è l'espressione di un gruppo maggioritario di parte, di accordi di partito ma, che si è costituita ed affermata, dopo mesi di lavoro, con una forma di rappresentanza diretta dei cittadini, in piena autonomia di azione e di vedute, espressione diretta di vere esigenze, non mediate da interessi di gruppo o di partito, senza velleità egemoniche sul territorio.

Siamo quindi liberi da vincoli di parte, ma uniti dall'unico interesse di affermare il bene comune ed effettivo nell'interesse di tutti gli airone .

In tal senso, dichiariamo da subito, che intendiamo promuovere forme di partecipazione attiva e di coinvolgimento diretto della cittadinanza, cominciando dalla difese del verde pubblico, onde assicurare col nostro impegno istituzionale la vigilanza e contribuire ad eliminare gli errori del passato, in assoluta nella trasparenza, onde attuare un nuovo percorso, attento alla gestione amministrativa, e vigilante sulla piena attuazione dei programmi proposti in campagna elettorale da questa maggioranza, a cui rivolgiamo a nome di tutti i consiglieri e, cittadini elettori della minoranza, l'augurio di un buon lavoro, nell'interesse della collettività airunese, collettività tutta.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco