Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 439.922.587
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 11 giugno 2014 alle 17:36

Prolungamento della tangenziale est/3: diciamo subito no alla 342 dir nella valle del Molgora

LA REGIONE DICE NO ALL'INTERRAMENTO DELLA TANGENZIALE EST

E' ora di cambiare marcia!

La lista Sei Merate prende atto della inevitabile e prevedibile la bocciatura espressa da Regione Lombardia nei confronti dell'ipotesi di prolungamento ed interramento della Tangenziale Est da Usmate ad Olginate, progetto considerato dalla Regione insostenibile sul piano tecnico, economico ed ambientale.

A nostro avviso, come già pubblicamente ribadito, il miglioramento della viabilità meratese deve essere perseguito portando a compimento quegli interventi già previsti dal Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP), che garantirebbero, a costi molto inferiori, una fluidificazione del traffico sulla direttrice Milano-Lecco.

Ci riferiamo, in particolare, al potenziamento dell'accesso alla tangenziale di Usmate e alla desemaforizzazione del nodo di Cernusco Lombardone, oltre alle opere individuate nello studio sulla viabilità meratese realizzato dalla Provincia nel 2009 e fatto proprio dalla Conferenza dei Sindaci del Meratese (interventi sull'asse Brivio-Verderio; incrocio di Robbiate San Giuseppe; desemaforizzazione delle "quattro strade" di Montevecchia, ecc.).

In questo contesto risulta indispensabile l'apertura di una "vertenza territoriale", nei confronti della Provincia di Lecco e della Regione Lombardia, atta a porre l'eliminazione dei punti di conflitto al centro delle scelte viabilistiche.

Ci sentiamo infine di esprimere qualche preoccupazione per l'invito della Regione a considerare che "il piano stradale [della SP342 dir] esplori i margini di una più credibile fattibilità dell'opera, individuando i pur residuali tratti che consentono uno sviluppo del corridoio a raso o in trincea".

Già in passato qualche Amministratore sprovveduto aveva ventilato l'ipotesi di realizzare una strada, alternativa alla 342dir, all'interno della Valle della Molgora, unica area non edificata, nella quale ricercare gli spazi per la realizzazione di un'opera così imponente.

Ribadiamo sin d'ora l'assoluta contrarietà di Sei Merate ad esplorare siffatta ipotesi, ritenendo l'area del Parco meritevole di tutela e salvaguardia.

Lista Sei Merate
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco