Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 390.483.814
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/04/2021
Merate: 27 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 16 µg/mc
Lecco: v. Sora: 16 µg/mc
Valmadrera: 18 µg/mc
Scritto Mercoledì 28 maggio 2014 alle 11:12

Merate: la mappa delle preferenze seggio per seggio. A fare la differenza le persone

Curiosa l'analisi che deriva dal dettaglio delle preferenze ricevute dai candidati, sezione per sezione. Indice di una presenza massiccia della persona in campagna elettorale, di una conoscenza diffusa grazie ad azioni come il porta a porta o il volantinaggio personalizzato o la militanza in gruppi e associazioni, dell'approccio vis à vis con il potenziale elettore.

Gli sconfitti nel cortile di Via Manzoni poco prima della proclamazione

Ai primi 4 seggi del centro (Via Manzoni), storicamente di centrodestra, la lista di Andrea Massironi ha raccolto complessivamente 821 voti mentre le preferenze espresse per i singoli candidati sono state 571. 819 i voti di lista a Silvia Villa e 521 le preferenze, 525 a Prospettiva comune e 221 ai suoi uomini, 222 al Movimento cinque Stelle e 34 ai suoi rappresentanti.  40 le preferenze raccolte da Andrea Valli di "Prospettiva comune" nei 4 seggi, 7 quelle di Walter Pistarini del Cinque stelle, ben 75 quelle di Federica Gargantini che ha superato anche Giuseppe Procopio fermo a 63, il top a Valeria Marinari con 117 preferenze quasi il doppio del suo compagno di gruppo Alessandro Pozzi che ne ha raccolte comunque 64.

Brindisi alla vittoria per "Più Merate"

A destra Dario Perego con Romualdo De Montis


I seggi 5 e 6 della zona residenziale di Viale Verdi, ora trasferiti per le votazioni in Via Montello, sono andati globalmente al centrosinistra di Silvia Villa con un totale di 491 voti di lista, 438 per Massironi, 294 per Panzeri e 154 per Raffaella Zigon. Ancora Valli con 24 preferenze in testa per il suo gruppo, Pistarini con 8 per il M5S, 57 per Alfredo Casaletto di Sei Merate (area in cui vive ed esercita la sua professione di avvocato) che si è piazzato meglio di Valeria Marinari ferma a 46.

VIDEO


"Prospettiva comune" non ha ricevuto alcuna preferenza al  seggio 7 della RSA di Via Frisia, mentre due li ha presi globalmente la lista, idem il "Movimento cinque stelle" e "Più Merate" (1 solo voto). Sei le "x" sul logo di "Sei Merate" e due anche preferenze personali: quella a Valeria Marinari e a Paolo Omassi.
Al seggio numero 8 allestito presso l'ospedale San Leolpoldo Mandic, le preferenze singole sono state attribuite a Luciano Marsoni (1) e a Nicoletta Colombo (1) per "Prospettiva comune" e Aldo Castelli (1) per "SeiMerate".

La candidata Silvia Villa

E' stata azzeccata la scelta di Cristian Bellenzier a Brugarolo (seggio 9) per "Prospettiva comune". Ben 46 le preferenze raccolte, frutto sicuramente del lavoro nei cinque anni scorsi all'interno del comitato. A 27 si è fermato Luciano Marsoni, consigliere uscente ed ex delegato dei comitati di frazione. E' stato proprio in questo seggio dove un rappresentante del Cinque stelle ha raccolto il maggior numero di preferenze di tutta la lista. Si tratta di Carlo Vincenzetto, con 10 preferenze, che con le 7 di Elena Calogero sempre a Brugarolo sono quelli che hanno raccolto maggiori consensi personali.

La proclamazione

Al seggio 10 di Via Montello (riconducibile alla frazione di Novate che ha perso la sua sede nelle ex scuole elementari, creando non pochi disagi soprattutto per le persone anziane che non hanno potuto raggiungere a piedi l'urna elettorale - qualcuno senza possibilità di un passaggio, ha dovuto rinunciare al voto, ndr) il rappresentante di frazione Goffredo Bursi (Prospettiva comune) si è fermato a 9 preferenze, una in più del compagno di lista Andrea Valli che con Novate non ha nulla a che spartire, a parte probabilmente l'apprezzamento per il lavoro svolto da parte di chi lo ha scelto personalmente. Neofita della politica ma molto conosciuta e apprezzata in frazione, inserita in oratorio e presente a diverse riunioni di frazione, Silvia Sesana ha saputo farsi apprezzare e votare tanto da avere raccolto ben 83 preferenze personali che, sommate alle altre, l'hanno fatta totalizzare 149 voti. Non male in questo seggio anche le performances di Giuseppe Procopio (24) e Fabio Tamandi (22). Per la lista "Sei Merate" si presentava Leonardo Leonardi, milanese da tre decenni residente in frazione. Distintosi per i suoi interventi durante le riunioni di frazione della giunta precedente, ha raccolto al "suo" seggio 34 preferenze seguito da Valeria Marinari con 23.

Alla sezione 11 di Cassina per Massimo Panzeri i due candidati rappresentativi Silvana Lodi e Paola Casati hanno raccolto ciascuna 11 preferenze, nonostante la loro militanza nell'associazione locale e in diverse realtà associative. Ben 48 le preferenze raccolte da Giuseppina Spezzaferri, eletta con Andrea Massironi, e da Nicolò Biffi residente a Brugarolo ma conosciutissimo nell'associazione ASD Cassina. Nonostante il risultato finale, sono state comunque ottime le preferenze raccolte anche da Riccardo Brivio di "Sei Merate".
A Sartirana, seggi 12 e 13, la lista di Panzeri è rimasta inchiodata e il maggior numero di preferenze è andato ad Andrea valli (totale di 16). Exploit di preferenze per Massimiliano Vivenzio che da solo ha raccolto 60 voti nei due seggi, merito probabilmente della sua attenzione in questi anni alle problematiche della Riserva lago e degli incontri promossi. Fermo a 36 preferenze Armando Fusi di "Sei Merate", militante storico in oratorio.


Infine i seggi 14 e 15 di Pagnano, frazione di residenza della candidata Silvia Villa e del sindaco uscente Andrea Robbiani. Per "Prospettiva comune" è proprio quest'ultimo ad aver raccolto il maggior numero di preferenze personali, 29, distaccato di poco da Nicoletta Colombo ferma a 27. Fiorenza Albani, colonna dell'AC Pagnano, attivissima nella sportiva, ha fatto man bassa con 65 preferenze di poco sotto ad Alessandro Pozzi, neo cittadino di frazione, ex assessore e consigliere comunale e provinciale ad Osnago, che ne ha raccolti ben 69, sorpassando dunque tutti.
Insomma una mappa piuttosto variegata di preferenze che indica come ad aver fatto la differenza per le varie liste sia stata proprio la scelta delle persone e, viene da pensare, non tanto il partito o la corrente politica di appartenenza, sia del candidato che dell'elettore.  

Per visualizzare il dettaglio delle preferenze seggio per seggio:
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco