Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 428.541.915
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 16 aprile 2014 alle 15:36

49 profughi ospitati in Provincia in 7 paesi. Passaggio temporaneo verso i centri SPRAR

Sono 49, e hanno manifestato tutti la volontà di richiedere asilo politico in Italia. Si tratta dei “profughi” che hanno trovato ospitalità – temporanea – presso alcune strutture ricettive della Provincia di Lecco. Per loro è stata predisposta l’accoglienza a partire da sabato sera quando sono arrivati e accompagnati in via temporanea presso la struttura del Monte Barro a Galbiate.
Quello attuale è un ulteriore passaggio verso i centri SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), che accedono al Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell'asilo.
Questa la loro collocazione attuale:
Galbiate (Cooperativa sociale onlus L’arcobaleno): 5
Colico (Comunità Il Gabbiano): 8
Lecco (struttura ricettiva privata): 2
Barzio (Centro Orientamento Educativo): 17
Calolziocorte (Comunità Il Gabbiano): 6
Crandola Valsassina (hotel Sassi Rossi): 4
Bellano (struttura alberghiera): 7
Un minore ospitato a Bellano è stato trasferito in Provincia do Pesaro - Urbino.
L’assistenza primaria viene assicurata loro attraverso associazioni e cooperative, e la Prefettura in questi giorni è stata in contatto costante con le amministrazioni per trovare una sistemazione a uomini e donne arrivati numerosi in diverse Province lombarde.
Una situazione che in tutta Italia infiamma il dibattito politico, e che non ha mancato di sollevare aspre critiche anche in Lombardia e sul nostro territorio per la necessità di trovare una soluzione ad un fenomeno in peggioramento in vista dell’estate.  
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco