• Sei il visitatore n° 476.272.565
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 19 novembre 2010 alle 09:10

Rubati 2 cuccioli di cane a Lomagna e Robbiate. Sottratta una tartaruga dal giardino di una casa

Al momento i casi segnalati sono due, relativi ad altrettanti cani spariti. Un terzo riguarda una tartaruga di terra. Per tutti gli episodi, comunque, stando alla ricostruzione effettuata dai proprietari e da alcuni elementi in loro possesso, non si tratterebbe di una fuga spontanea o comunque di una sparizione, come purtroppo spesso accade, ma di un vero e proprio furto ad opera di ignoti che, probabilmente, hanno poi rivenduto il cucciolo di razza ad ignari acquirenti.
Un episodio è avvenuto a Lomagna quando nei giorni scorsi, nella notte, ignoti hanno prelevato un cucciolo dal giardino di un'abitazione, lo hanno caricato su un furgone e sono spariti. I proprietari al mattino hanno chiamato invano l'animale ma non trovandolo hanno iniziato a cercarlo per il giardino. L'assenza di varchi nella recinzione o di cancelli aperti ha fatto escludere la fuga fino  a quando, controllando i filmati delle telecamere che puntano sull'ingresso, sembra siano state notate delle persone avvicinarsi con l'auto al cancello, attirare l'attenzione del cucciolo e poi, scavalcata la recinzione, l'abbiano sollevato e caricato sul mezzo. 
Un secondo caso è accaduto a Robbiate nelle scorse settimane dove un cucciolo di molosso è sparito dal giardino dove era stato lasciato dai padroni. Il fatto è avvenuto nella prima serata di un giorno piovoso. Anche se nessuno ha visto l'azione dei presunti malviventi, l'assenza di vie di fuga per l'animale, incapace comunque a saltare una recinzione, e di "effrazioni" alla rete ha fatto escludere l'allontanamento e ha fatto propendere per il furto, vista anche la razza.
Infine una grossa tartaruga, con il guscio del diametro di circa 50 cm, è sparita anch'essa dal giardino dove normalmente con la sua tipica calma, passeggiava durante la giornata. La proprietaria, residente del meratese, l'aveva lasciata come d'abitudine all'esterno dell'abitazione, ubicata al pian terreno di una palazzina, senza alcun timore per un'eventuale fuga. Quando prima di sera la donna è uscita non ha più trovato la testuggine e l'ha così cercata tra i cespugli e sotto la siepe fino a quando ha dovuto arrendersi all'evidenza che l'animale era stato sottratto da qualcuno che, probabilmente senza nemmeno entrare nel giardino, ha allungato le mani nel cancello, ha afferrato la tartaruga, l'ha sollevata e l'ha trasportata all'esterno, impadronendosene.
Come dicevamo sembra siano da escludere le ipotesi che si tratti di allontanamenti da parte degli animali e si propende più per il furto. Resta ora da capire se siano episodi isolati e slegati l'un con l'altro oppure  opera delle stesse persone che, dalla vendita degli animali, ne traggono poi un guadagno.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco