Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 439.926.247
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 16 marzo 2014 alle 13:41

Due arresti per furto, tre segnalazioni per uso di droga, due denunce. Controlli dei Cc

Nel corso del week-end i carabinieri di Lecco, nell’ambito dei servizi di prevenzione generale volti a contrastare la criminalità predatoria, hanno effettuato una serie di interventi al termine dei quali si segnalano: due persone arrestate per furto pluriaggravato, tre soggetti segnalati per detenzione ad uso personale di sostanza stupefacente, una denuncia per porto di strumenti atti ad offendere ed un’altra per guida in stato di ebbrezza.
Nel pomeriggio di sabato, in prossimità del centro commerciale “Le Meridiane” di Lecco, un equipaggio del Nucleo Radiomobile ha sottoposto a controllo due giovani in atteggiamento sospetto, la successiva perquisizione personale ha consentito di rinvenire un modico quantitativo di sostanza stupefacente del tipo haschish, motivo per cui i giovani sono stati segnalati alla locale Prefettura quali assuntori della predetta sostanza. Medesima sorte per un altro giovane che, nella mattinata di domenica, è stato sottoposto a controllo di polizia in prossimità del Ponte Kennedy e trovato in possesso di un modico quantitativo di stupefacente tipo haschish, nonché di un coltello “a farfalla” ed un fionda con pallini in piombo, venendo pertanto denunciato all’Autorità Giudiziaria per il porto illegale di strumenti atti ad offendere.
Nel corso della notte tra sabato e domenica invece in Colico, i militari della locale Stazione Carabinieri, sempre impegnati a contrastare la criminalità predatoria, che dopo il massiccio intervento dell’Arma è stata definitivamente allontanata dal comune rivierasco, hanno sottoposto ad un controllo un’autovettura sospetta riscontrando che il conducente aveva un tasso alcoolico di gran lunga superiore al limite consentito, venendo così denunciato per guida in stato di ebbrezza.
Nel tardo pomeriggio di sabato infine, i militari della Stazione Carabinieri di Calolziocorte, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di furto pluriaggravato due cittadini rumeni residente nella bergamasca. I militari infatti, perlustrando le vie cittadine, hanno notato un veicolo sospetto con due persone est-europee a bordo, ponendosi quindi all’inseguimento della vettura che veniva prontamente bloccata. La successiva perquisizione della stessa consentiva di rinvenire una borsa porta pc “schermata” con della carta carbone, evidentemente utilizzata per eludere i dispositivi antitaccheggio degli esercizi commerciale. Gli immediati approfondimento hanno consentito di rinvenire inoltre dei capi di vestiario del valore di € 150 circa, risultati asportati nel pomeriggio presso il centro commerciale “I Laghi” di Erba, nonché delle scarpe griffate, dal valore di € 300 circa, poco prima asportate dal negozio “punto scarpe” di Calolziocorte. All’interno della vettura sono quindi stati trovate anche delle tenaglie utilizzate per la rimozione dei dispositivi antitaccheggio e le relative placche. Arrestati per furto pluriaggravato, i due rumeni verranno giudicati con rito direttissimo nella mattinata di lunedì.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco