• Sei il visitatore n° 467.708.943
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 07 marzo 2014 alle 19:18

Merate: ruba 3,5 euro di monetine al ''self'' della lavanderia. Condannato a nove mesi

Ieri notte intorno alla 1.20 è stato sorpreso dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Merate dopo aver forzato una gettoniera presente all’interno della lavanderia self service sita a Merate in Via Statale. G.D., 34enne residente in città, è stato identificato dai militari che lo avevano notato per l’atteggiamento sospetto che aveva assunto alla loro vista; è stato dunque fermato e trovato in possesso di due coltellini, uno impiegato per lo scasso della macchinetta, che sono stati poi sequestrati.  Grazie ai filmati delle telecamere installate all’interno del locale, visionati in tempo reale dalla proprietaria della lavanderia da uno schermo installato presso la sua abitazione, i militari sono risaliti alla dinamica dei fatti arrestando l’individuo che, dopo essere stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Merate su disposizione della Procura della Repubblica di Lecco, è comparso stamane al tribunale di Lecco dinnanzi al giudice Paolo Salvatore e al pubblico ministero per essere giudicato con rito direttissimo. Il capo di imputazione per lui era tentato furto e circostanze aggravanti ed è stato condannato a nove mesi di arresto con l’applicazione della misura cautelare dei domiciliari e al pagamento di una multa di 120 euro. In aula questa mattina era presente l’imputato che ha spiegato la sua versione dei fatti, sostenendo di non essere riuscito a manomettere il cambiamonete e di aver divelto invece l’altra macchinetta, all’interno della quale avrebbe trovato soltanto monete per una somma complessiva di 3 euro e 50 centesimi. Anche il maresciallo Emanuele Peritore ha reso la sua testimonianza spiegando la dinamica dell’intervento notturno che ha dunque portato all’arresto e alla sentenza di condanna per l’imputato. Ora la difesa presenterà istanza di patteggiamento.
S.T.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco