Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.300.761
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 16 febbraio 2014 alle 23:06

Crandola Valsassina: donna trovata priva di sensi in auto, mancava da casa, a Inverigo da un giorno

Potrebbe aver passato la nottata a cavallo tra sabato 15 e domenica 16 febbraio all'addiaccio all'interno della Clio bianca dove è stata rinvenuta nel pomeriggio odierno, la 49enne trovata viva ma priva di sensi chiusa all'interno della vettura, parcheggiata dinnanzi a un ristorante a Crandola Valsassina. Pare infatti che la donna si fosse allontanata già da diverse ore, forse un'intera giornata, dalla propria abitazione sita a Inverigo nel comasco.
Ad accorgersi della sua presenza in auto, immobile sotto a una coperta, sembrerebbe essere stato l'oste del locale valsassinese disposto sulla provinciale, insospettito da quella macchina non del paese lasciata in sosta da lunghe ore dinnanzi al proprio locale.
Poco prima delle 15.00, dopo aver sbirciato all'interno della Clio e aver scorto, con sorpresa, il corpo della donna al suo interno, l'uomo ha allarmato il 112: sul posto sono confluite un'ambulanza della Croce Rossa di Premana, l'auto medica e i vigili del fuoco. Quest'ultimi hanno forzato la portiera dell'auto per permettere ai soccorritori di prestare le prime cure alla 49enne, le cui condizioni sono apparse fin da subito gravi tanto da richiederne il trasporto in codice rosso presso l'ospedale Manzoni di Lecco, pre-allertando l'Emodinamica.
Pare che già in mattinata, il marito della signora, sulle sue tracce, fosse giunto in Valle, cercando però la moglie a Premana. L'intera vicenda è però ancora tutta da chiarire. A fare luce sulle ore intercorse tra il suo allontamento da casa e il suo rinvenimento potrebbe essere la signora stessa: ella sembrerebbe infatti non più in pericolo di vita.


Articolo correlato

Crandola: colta da malore in auto, soccorsa da 112 e VVF
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco