• Sei il visitatore n° 467.454.565
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 04 febbraio 2014 alle 17:46

Colico: presi in Svizzera con buoni ''ricettati'', sono assolti

Assistiti d'ufficio dagli avvocati Luca Marsigli e Marco Rigamonti, due cittadini slavi, al momento irreperibili, sono stati assolti, nella mattinata di venerdì, dall'accusa di ricettazione mossagli in quanto trovati in possesso di 17 buoni postali risultati precedentemente rubati a Colico. Il fermo dei due imputati era stato operato dalla Polizia elvetica: varcato infatti il confine di Stato e entrata dunque in Svizzera, la coppia è stata sottoposta ad un normale controllo durante il quale, nel cruscotto dell'auto su cui viaggiava, risultata intestata a un terzo soggetto, anch'egli irraggiungibile, sono stati rinvenuti 17 buoni postali provento di furto compiuto a Colico. Da qui, in base alle convenzioni esistenti tra i due Paesi, "l'estradizione" in Italia dei due soggetti con il fascicolo dapprima inviata alla Procura di Como e poi approdato, per competenza territoriale, presso il Foro lariano dove, come dicevamo, nella mattinata di venerdì, è stato celebrato il processo a carico dei due slavi che se la sono cavata grazie alla capacità dei loro legali di insinuare il dubbio che i propri clienti non fossero a conoscenza  della presenza dei suddetti buoni celati nel cruscotto della vettura non intestata a nessuno dei due imputati. Una difesa, quella improntata da Marsigli e Rigamonti, risultata efficace: il giudice ha infatti assolto entrambi i soggetti in quanto non è stata raggiunta la prova della loro colpevolezza.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco