Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 404.711.734
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 25/07/2021
Merate: 16 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 17 µg/mc
Lecco: v. Sora: 3 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc

Scritto Martedì 17 dicembre 2013 alle 19:58

Valgreghentino: Mohammed, morto a 5 mesi, riposerà in paese

Avrebbe dovuto effettuare un controllo all’ospedale di Lecco nella mattinata di ieri, lunedì 16 dicembre, il piccolo Mohammed, ma la sera di domenica 15 dicembre il suo cuoricino ha smesso per sempre di battere nella sua casa di Valgreghentino. A soli 5 mesi di vita, gran parte dei quali trascorsi in ospedale, se ne è andato per sempre nonostante i tentativi da parte dei volontari del Soccorso Calolzio e del personale medico di rianimarlo.
L’allarme è scattato verso le 19.00 nell’abitazione in centro paese in cui la sua famiglia, originaria del Senegal, si era trasferita da Garlate in vista dell’arrivo del piccolo. Egli è nato fortemente prematuro, il 7 luglio, con un peso che alla nascita superava di poco i 400 grammi. Dopo 4 mesi di ospedale aveva acquistato peso e forze e fatto ritorno a casa con i suoi genitori, che hanno altri due figli grandi che attualmente si trovano in Africa.
A fine novembre il piccolo Mohammed è ritornato in ospedale a Lecco, dove è rimasto fino al 6 dicembre, a causa di una brutta bronchite. Sono stati sempre i volontari del soccorso in quell’occasione, chiamati dai genitori allarmati per le sue condizioni, a predisporre il trasporto in ospedale del piccolo.
Dopo il ricovero i genitori si sono attrezzati con alcuni macchinari per aiutarlo a respirare meglio, ma le sue condizioni la scorsa settimana sono peggiorate. Domenica il piccolo non riusciva a mangiare e dormiva molto, e nonostante il giorno dopo fosse fissato un controllo in ospedale i suoi genitori hanno nuovamente lanciato l’allarme, preoccupati per le sue condizioni. Quando la macchina dei soccorsi si è attivata, per lui non c’era purtroppo più nulla da fare.
Sul corpo del bambino, trasportato presso l’ospedale lecchese, è stata predisposta l’autopsia per chiarire le cause della morte. Nella giornata di domani, mercoledì 18 dicembre, egli sarà accompagnato dai suoi cari presso il cimitero di Valgreghentino, dove sarà sepolto nel campo comune. I suoi genitori, di religione musulmana, avrebbero voluto riportarlo in Senegal ma non hanno la possibilità economica per farlo. Il viaggio del piccolo Mohammed su questa Terra si concluderà a Valgreghentino.

Articoli correlati:

R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco